Un sogno dopo 55 anni: «Trovare i calciatori sopravvissuti al Vajont»

La squadra del Longarone nel 1962

di Lorenzo Baldoni

SAN BIAGIO - «Vorrei tanto rivedere qualcuno di quei ragazzi che militavano nel Longarone e contro cui mi battei 55 anni fa. Sono sicuro che qualcuno è rimasto vivo dopo la tragedia del Vajont. Li ho ancora nel cuore». Raimondo Giuriato, ma tutti lo chiamano Mondo, ha da poco spento 83 candeline. Ha una memoria di ferro e ben si ricorda i bombardamenti che colpirono la Marca nel 1944 quando aveva era bambino e viveva a Silea.



Ma il ricordo indelebile rimane la partita di calcio giocata nell'autunno del 1962 a Longarone. Un incontro che per Mondo ha un significato particolare, una sorta di ferita che in questi giorni forse si è riaperta. D'altra parte ricorrono i 54 anni dalla frana del Vajont e nella tragedia morì più di metà della squadra che il giovanissimo Giuriato aveva sfidato. Quella partita nel campionato dilettanti si giocò contro i giallo-blu in terra bellunese, una squadra con più di qualche talento, che però fu poi decimata nella tragedia del Vajont del 9 ottobre 1963.
  

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Ottobre 2017, 05:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Un sogno dopo 55 anni: «Trovare i calciatori sopravvissuti al Vajont»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-10-12 12:34:02
In alto a sinistra con la fascia di capitano, mio padre. Classe 1937 a Belluno.