Petrillo contrattacca: causa all'Uls
per danni morali e diffamazione

Petrillo contrattacca: causa all'Uls  per danni morali e diffamazione
TREVISO - Piovono accuse a grappoli sulla testa dell'assistente sanitaria Emanuela Petrillo, da lunedì di nuovo in servizio ma negli uffici dello Spisal alle Madonnine. Dopo Treviso anche la Procura di Udine ha chiuso le indagini sul caso delle cosiddette vaccinazioni fantasma. Ma Petrillo, assistita dall'avvocato Paolo Salandin, passa al contrattacco. Pronta una causa civile nei confronti dell'Usl e del direttore generale Francesco Benazzi, in richiesta di danni morali ed esistenziali, ma non solo, per diffamazione.
Il pm di Udine Claudia Danelon ha contestato l'accusa di omissione in atti d'ufficio e false certificazioni a Petrillo che non ha ancora ricevuto il secondo avviso di garanzia. Le stesse accuse mosse dalla Procura di Treviso che, però, ipotizza anche il peculato (distruzione o sottrazione di beni dello Stato). Nel frattempo sul l'avvocato Paolo Salandin, dopo la Pec inviata il 23 aprile, annuncia che è imminente l'avvio dell'azione civile nei confronti dell'Usl 2 di Treviso responsabile di una «campagna non solo denigratoria, ma accusando la mia cliente in modo incauto e inopportuno». La Petrillo, attraverso il legale, vuole chiedere conto all'azienda sanitaria diretta da Francesco Benazzi il motitivo di «una campagna accusatoria, condotta in maniera assolutamente immotivata per cui, in assenza di indagini da parte della magistratura e anzi di fronte all'archiviazione della precedente inchiesta sugli stessi fatti, Emanuela Petrillo è stata descritta e presentata all'opinione pubblica come già colpevole».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 10 Maggio 2017, 08:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Petrillo contrattacca: causa all'Uls
per danni morali e diffamazione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-05-10 13:11:43
Finche nn verra dimostrato che effettivamente nn somministrava i vaccini resterà la sua parola contro quella delle sue colleghe!!
2017-05-10 12:04:10
Trovo inquietante quel suo sorrisino.
2017-05-10 11:33:15
Era ovvio che questa avrebbe a sua volta querelato l'Azienda sanitaria: e' una strategia di difesa neanche tanto sottile. Sorvoliamo sul fatto che ci pensa gia' da sola a difendere la sua immagine, presenziando ad ogni talk show disponibile e raccontando senza alcun contradditorio la sua versione. Questa donna mi piace sempre meno.
2017-05-10 10:31:54
Controllo sui campioni di vaccini dello stesso stock; se non ne sono rimasti, controllo incrociato degli anticorpi tra vaccinati da altro personale e la medesima.Non c'e'solo un'ipotesi , ce ne sono altre : vaccini finti forniti da ditte , mobbing tra colleghi,..oltre a quella ventilata.
2017-05-10 10:20:57
In questo caso, la mia curiosita' sarebbe quella di sapere le regioni delle mancate vaccinazioni....per lavorare meno,oppure incaricata da qualcun altro per motivi che non si conoscono...interesse?