Troppi obblighi e responsabilità a rischio la tradizione dei Panevin

PER APPROFONDIRE: normative, panevin, sicurezza, troppe
Troppi obblighi, a rischio la tradizione dei Panevin

di Annalisa Fregonese

ODERZO  - C’è malumore a Fratta fra coloro che, come ogni anno, si sono attivati per l’organizzazione del Panevin. A luglio sono entrate in vigore nuove normative sulla sicurezza che rendono assai complicato organizzare tale evento. Per inciso non è un problema solo di Fratta. Il Panevin è una delle tradizioni più radicate nell’opitergino, quasi ogni frazione accende la sua bella pira: da Fratta a Faè, da Camino a Rustignè. «Sono vent’anni che facciamo il Panevin – dice Massimo Serafin, uno degli organizzatori -. Motivo di svago di tradizione e di compagnia».

GLI OBBLIGHI
Il volontario si è recato in municipio per gli adempimenti del caso, trovandosi di fronte, a suo dire, «il muro della burocrazia». «Ci chiedono di compilare tabelle di calcolo del rischio, presentare delle planimetrie e un piano di evacuazione con tanto di perizia di un tecnico abilitato. Bisogna organizzare una squadra antincendio, sottoscrivere un’assicurazione assumendosi la responsabilità civile e penale. Sinceramente  ci stanno esasperando. Tanto più che da anni noi a Fratta facciamo le cose secondo tutti i crismi. Abbiamo rinunciato a lanciare i fuochi d’artificio proprio per avere maggiore sicurezza. Adesso con tutti questi adempimenti è davvero un problema». 

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 15 Dicembre 2017, 10:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Troppi obblighi e responsabilità a rischio la tradizione dei Panevin
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2017-12-17 07:50:55
Lettura domenicale: in Trentino da scarti vinicoli e tralci, start up Vegea ha ottenuto tessuti ed una simil pelle ecologica( volta la mercato dei vegani che rifiutano pelle el lana)) che hanno ottentuto favorevole accoglienza mondo della moda, altro che bruciarli...
2017-12-16 16:18:57
Brava italia!!!!!stai continuando a distruggere le vecchie tradizioni.
2017-12-16 15:56:38
Un bel "Me ne frego"...e fare il "PANEVIN"come sempre da secoli, se non millenni....perche' no?????
2017-12-16 13:52:48
Tanto per quello che serve!
2017-12-16 11:47:19
Tutti dirottati davanti alla TV e nei centri commerciali? Se le persone vogliono ritrovarsi non c'e' bisogno del falo', basta darsi appuntamento e...chi non porta...non beve e non magna...