Elio, unico ostetrico dell'ospedale: «Ho fatto nascere duemila bambini»

PER APPROFONDIRE: ospedale, ostetrico, treviso
Elio Saverino

di Mauro Favaro

TREVISO - Lavora al Ca’ Foncello da 15 anni. E ha fatto venire al mondo oltre 2mila bambini. Lui è Elio Saverino. L’unico ostetrico, uomo s’intende, in servizio nel punto nascite dell’ospedale di Treviso, il più grande di tutta la provincia. Ha 41 anni, un figlio di cinque ed è originario della Sicilia. È nato a Catania. Ha studiato a Trapani, dove dopo il diploma ha portato a termine il corso triennale di ostetricia. Poi, quindici anni fa, ha vinto il concorso che gli ha spalancato le porte del reparto di Ginecologia e Ostetricia del Ca’ Foncello. Da quel momento ha trasferito armi e bagagli a Treviso. E da qui non si è più mosso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 20 Aprile 2018, 08:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Elio, unico ostetrico dell'ospedale: «Ho fatto nascere duemila bambini»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-04-21 11:07:00
La notizia e' che almeno qui nascono in buone condizioni di assistenza, in certe zone della terra, la mortalita' per parto o di mamma e neonato e' altissima...grazie alle sciamane.Ma invece che ostetricia, igiene e profilassi, imparano a smontare vecchi kalashnikov, tirare bombe, gas, i bimbi sopravvissuti diventano spesso baby killer.
2018-04-21 06:36:52
Facendo mente locale...conosco molti che lavorano nella Sanita', gli autoctoni sono un aminima percentuale.Altri provengono da diverse regioni e nazioni.E' utile averne negli ospedali,che capiscano le varioelingue in quanto a curarsi si fiondano da parecchie zone della terra.( esenticket, mai versato un centesimo di contributo all wellfare), appena ottenuto un visto turistico o ricongiungimento famigliare.
2018-04-20 21:12:45
Fare l'ostetrico è la sua professione.... si può pensare che è un bravo ostetrico..... dove sta la notizia?
2018-04-20 17:49:06
La notizia sta nel fatto che e' un uomo in un lavoro esclusivamente femminile. Sulla legge 104 caro Copppertone e' prerogativa di tutti (tuoi paesani inclusi) che non hanno bisogno, come accadrebbe con questo lavoratore, di presentare biglietti di aereo treno e autobus come giustificativo a differenze di chi assiste parenti entro i 150 KM. Informati vecio. sul Paesello riferito ad una metropoli come Catania si vede che non hai oltrepassato il dese...
2018-04-20 14:11:26
Per ogni scelta vale il detto ".La pietra scartata diventera' testata d'angolo..."percio' andare e buttarsi. Sempre meglio che buttarsi sul partito che promette manna dal cielo.