«Ho spinto la bimba giù dal terrazzo:
una voce mi ha detto di farlo»

PER APPROFONDIRE: arrestata, bambina, caduta, mamma, mogliano, terrazzo
«Ho spinto la bimba giù dal terrazzo:  una voce mi ha detto di farlo»

di Denis Barea

MOGLIANO - «Ho spinto giù la bambina, una voce mi ha detto di farlo». Non è stato un incidente quello che domenica a Mogliano ha messo a repentaglio la vita di una piccola di nemmeno tre anni, ma un terribile dramma familiare. Sarebbe stata infatti la mamma a gettare nel vuoto la figlioletta dal terrazzino di casa e farle fare un volo di quasi sei metri, conclusosi miracolosamente senza conseguenze fatali sul manto erboso del nel giardino condominiale del residence. La donna, una casalinga 40enne, è stata arrestata ieri mattina dopo essere stata sentita dal magistrato. Nei suoi confronti il sostituto procuratore Massimo Zampicinini ha aperto un fascicolo di indagine con l’ipotesi di reato di tentato di omicidio. La donna ora si trova reclusa nel carcere femminile della Giudecca a Venezia. Già oggi dovrebbe tenersi l’udienza di convalida dell’arresto e, contestualmente, l’incidente probatorio chiesto dalla Procura di Treviso per stabilire le sue condizioni di salute mentale. La casalinga sarebbe stata infatti seguita da tempo per un disturbo di tipo psicologico.

 
   
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 15 Maggio 2018, 09:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Ho spinto la bimba giù dal terrazzo:
una voce mi ha detto di farlo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2018-05-16 00:53:36
Nessuno può giudicare , tutti dobbiamo prevenire.
2018-05-16 00:53:18
Nessuno può giudicare , tutti dobbiamo prevenire.
2018-05-15 20:24:17
Le persone sono kattive, i kagniolini non farebbero mai una cosa del genere ai loro kuccioli!!11!!1!
2018-05-15 18:19:19
Siamo sicuri che i problemi psicologici del caso non derivino proprio dalle terapie e quindi dai farmaci eventualmente prescritti alla persona? Negli USA i medici ormai quando sentono notizie di stragi a scuola sanno già che il colpevole era sotto psicofarmaci. Ci sono in rete agghiaccianti documentari sull'argomento, su cui si pronunciano dei medici e denunciano questo dare psicofarmaci come caramelle alle persone, giovani soprattutto, che provocherebbero squilbri mentali che vanno dall'autolesionismo all'impulso di uccidere e fare una strage. Siccome ho una parente che ha problemi, mi ero informato su un farmaco che prende come antidepressivo e ho constatato che molte persone che lo prendevano (uso il verbo al passato perchè poi hanno scelto di non prenderlo più) invece di sentirsi meglio denunciavano tristezza immotivata, voglia di piangere, disperazione, si sentivano uno straccio. Tutto il contrario di ciò che dovrebbe fare un farmaco anti-psicotico, anzi ci sono evidenze che certi farmaci del genere non solo non sono anti- psicosi ma finiscono per generarne di nuove e con effetti (danni) irreversibili sul cervello.
2018-05-15 16:39:58
..e a quel "luminare" si continua ad intitolare,vie,piazze,scuole....