Mette a dormire la madre malata, esce e si spara: muore a 53 anni

Mette a dormire la madre malata  esce e si spara: muore a 53 anni

di Claudia Borsoi

VITTORIO VENETO - Artigiano, 53 anni, senza lavoro, la fa finita, sparandosi: da giorni i familiari non avevano notizie di Fabio Fontana. Avevano cercato, invano, di contattarlo telefonicamente. Sapevano che non stava bene. Erano preoccupati anche per l'anziana madre che viveva con lui. Nemmeno a Natale erano riusciti a scambiare due parole con i due. E così ieri, preoccupati, hanno attivato i carabinieri. Una volta arrivati sul posto, i militari hanno trovato Fontana privo di vita: in un capanno, adiacente l'abitazione,  si era sparato alla tempia. Sconfitto dal male di vivere. L'ex artigiano, invalido e ammalato, si è arreso alla depressione: l'ha messo nero su bianco in alcuni biglietti rinvenuti in casa dai carabinieri. Intorno alle 10 il colpo di pistola tra San Giacomo e Colle Umberto. Chi lo ha sentito, mai avrebbe pensato fosse legato al gesto estremo di un uomo. Poco prima il 53enne era uscito di casa, lasciando a letto l'anziana madre. Una volta dentro al ricovero attrezzi, la decisione di farla finita con un revolver 357 regolarmente detenuto. Intorno alle 12, arrivati in via del Campardo e scoperto il cadavere, ai carabinieri non è rimasto che contattare il medico per la constatazione del decesso, mentre un'ambulanza del 118, giunta sul posto, si è presa cura dell'anziana madre che si trovava immobile a letto e che non si era resa conto di quanto accaduto poco prima fuori casa. Il 53enne, ex serramentista, celibe, viveva da tempo con la madre. Conduceva in quella casa una vita riservata e negli ultimi tempi aveva limitato ogni contatto con i parenti.

Sos Suicidi. Sono attivi alcuni numeri verdi a cui chiunque può rivolgersi per avere supporto e aiuto psicologico:
Telefono Amico 199.284.284
Telefono Azzurro 1.96.96
Progetto InOltre 800.334.343
De Leo Fund 800.168.768

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 4 Gennaio 2018, 05:03






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mette a dormire la madre malata, esce e si spara: muore a 53 anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-01-04 18:22:27
... l'uomo s'illude di vivere. è in realtà la vita ( moloch cosmico ) che lo usa, morde, strizza come un limone e lo sputa quando più non gli serve..
2018-01-04 16:42:39
Filodritto direi!! Purtroppo siamo bestiame che rende Inoltre i cari colossi farmaceutici fanno ricerca per farci vivacchiare piu' a lungo spesso x garantire anni di ulteriore vendita intrugli.
2018-01-04 15:24:34
kyfra 13:15:35 verissimo gli psicofarmaci sono droghe di Stato con una diffusione esagerata dovuta al facile accesso alla sostanza, ma se da un lato causano una piccola parte di effetti collaterali (vedi suicidi) dall'altra garantiscono grassi proventi (vedi agi) a produttori-prescrittori-distributori. amen
2018-01-04 19:27:40
Non facciamo terrorismo psicologico.I farmaci,se usati bene,servono tantissimo.Poi,il marciume,dove girano tanti soldi,non manca mai.
2018-01-04 14:45:56
Bel pistolone il 357 . Il possesso di un arma rende necessario trovare il motivo per usarla .