Finto lavoro per avere la residenza. Nei guai romena e datore complice

PER APPROFONDIRE: denuncia, finto lavoro, treviso, venezia
Finto lavoro per avere la residenza  Nei guai romena e datore complice

di Paola Treppo

Documenti falsi per ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno e per ottenere aiuti pubblici senza averne diritto: la Squadra mobile e l'Ufficio immigrazione della Questura di Udine hanno denunciato diverse persone, sia italiane che straniere. Denunciata alla Procura di Treviso una cittadina romena che, per ottenere la residenza in un comune della provincia di Treviso ha presentato dei documenti relativi a una assunzione come impiegata in una società di servizi veneziana; in realtà non aveva mai svolto quella occupazione ed è stato indagato anche il compiacente datore di lavoro. Per ottenere la residenza è necessario infatti avere risorse economiche sufficienti. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 14 Aprile 2018, 11:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Finto lavoro per avere la residenza. Nei guai romena e datore complice
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti