Martedì 11 Dicembre 2018, 22:29

Si chiama “Negro”: Facebook censura la pubblicità del concessionario per... razzismo

PER APPROFONDIRE: censura, concessionaria, facebook, negro, treviso
Si chiama “Negro”: Facebook censura la pubblicità del concessionario per... razzismo

di Elena Filini

TREVISO - Ci prova ogni giorno a dire che il suo non è un insulto ma un cognome. Ma per il signor Negro la vita è tutt’altro che facile. E se nella vita di ogni giorno ha trovato una sostenibilità, stringendo la mano e bofonchiando il patronimico in maniera impercettibile, l’algoritmo di Facebook lo inchioda inesorabilmente alle sue responsabilità. Lui, però, non ha niente a che vedere con questa storia della superiorità della razza. E sta seriamente pensando di andare all’anagrafe e prendersi un nome nuovo di zecca. Una cosa tipo “non bianchissimo”, o magari “di colore”. Ma fintanto che si chiamerà Negro non potrà scansare l’accostamento ai soliti aggettivi (sporco) o magari a qualche
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Si chiama “Negro”: Facebook censura la pubblicità del concessionario per... razzismo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2018-12-13 11:43:05
….l'idiozia ….corre le strade…..!
2018-12-13 11:08:55
Ridicolo. E intanto sempre più italiani si dichiarano apertamente razzisti. Chissà come mai, eh?
2018-12-13 06:52:36
Sembra facile, ma l'inferenza linguistica e'un bel rovello.Non puo' basarsisolo su unterminelessicale isolatodalcontesto.Ci sono certe barzellette che fanno sganasciare anche a seconda di chi le racconta, ma un programma le capirebbe?
2018-12-12 19:30:39
Il politicamente corretto non accetta frontiere, nemmeno quelle del ridicolo.
2018-12-12 19:16:22
Lol