Scivola in strada e rompe lo zigomo
Dimessa dall'ospedale senza esami

PER APPROFONDIRE: dimessa, fratture, oderzo, senza esami
Scivola in strada e rompe lo zigomo  Dimessa dall'ospedale senza esami
ODERZO - Sandra, 53 anni barista, ha tirato già l'ultima serranda del bar. Poi, mentre attorno era tutto un tuono e un fulmine, è scappata di corsa verso l'auto per evitare l'imminente scroscio di pioggia. Ma è scivolata battendo la testa contro lo spigolo del marciapiede. Il referto della Tac parla di frattura bifocale dell'arcata zigomatica destra. Fratturate anche la parete anteriore e laterale della mascella destra e la base dell'orbita.  Insomma, una bomba. Ma c'è un problema: la Tac, così come gli esami radiologici che hanno anticipato e consigliato l'esecuzione della tomografia, è stata eseguita soltanto il giorno dopo, perché la donna, portata d'urgenza al pronto soccorso di Oderzo la sera stessa dell'incidente, è stata rispedita a casa dopo un semplice controllo visivo. Anche in questo caso il verbale di dimissione dice tutto quel che c'è da sapere: Lamenta cefalea e senso di ottundimento con tumefazione dolente. Ma deambula, non ha mai perso conoscenza, le pupille sono ok. Intendiamoci, non è un caso di malasanità. Il medico di turno ha fatto la sua valutazione, indicando delle precauzioni soprattutto se si fossero manifestati nausea, vomito, perdita di liquidi da naso e orecchie, confusione, cefalea diffusa, disturbi della vista.  In effetti alla barista è bastato raggiungere la soglia di casa perchè alcuni di questi sintomi iniziassero a manifestarsi. Dopo una telefonata al pronto soccorso (tenga la testa alta, metta ghiaccio) e dopo una notte insonne, è stata riaccompagnata in ospedale per tutti gli esami del caso, con gli esiti noti. (D.B.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 16 Luglio 2017, 15:41






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scivola in strada e rompe lo zigomo
Dimessa dall'ospedale senza esami
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2017-07-17 23:17:30
non usare la clinica ma fare medicina difensiva, i costi li sostengono chi paga le tasse.
2017-07-17 13:20:42
Vogliamo tutto, subito e soprattutto gratis. anche se e' evidentemente superfluo. Nel caso, e' stato fatto quanto avrebbero fatto in qualsiasi struttura seria. Chi si lamenta non sa di cosa parla.
2017-07-17 12:18:22
Prima che zaia strombazzi ai quattro venti la tanto pompata eccellenza sanitaria venneta, avvisatelo....eh......auguri alla signora....ciao.
2017-07-17 09:38:08
Malasanità o incompetenza medica?
2017-07-16 23:07:45
Se tutti quelli che scrivono post in questo articolo fossero dei luminari nel loro lavoro l'italia sarebbe piena di geni!!! Pensate a fare bene il vostro lavoro piuttosto che dare direttive, consigli, linee guida da osteria su cose delle quali nn avete la minima conoscenza!! Umilta pari a zero!!!