Martedì 23 Ottobre 2018, 09:58

Quando si confessano i peccati al prete? Fra i banchi del mercato del lunedì

PER APPROFONDIRE: castelfranco, confessione, mercato, prete
Quando si confessano i peccati al prete? Fra i banchi del mercato del lunedì

di Claudia Borsoi

VITTORIO VENETO - Confessioni al mercato del lunedì. Succede a Vittorio Veneto (Treviso). Non solo compere e chiacchiere con gli amici tra i banchi degli ambulanti, ma da ieri anche la possibilità, per chi vuole, di ritagliarsi un momento di fede e di spiritualità. L'iniziativa è dei parroci della città. Sempre meno fedeli si accostano al sacramento della penitenza. «È un sacramento in crisi, e a Vittorio Veneto ancora di più» afferma monsignor Michele Favret, da un anno parroco del duomo di Serravalle e della pieve di Sant'Andrea. Ed è proprio con il mercato settimanale del lunedì di Serravalle, che storicamente animava le vie del centro storico e che oggi con i banchi scandisce via Cavour e viale della Vittoria, che parte questa nuova iniziativa.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Quando si confessano i peccati al prete? Fra i banchi del mercato del lunedì
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-10-23 19:12:35
Ottima intuizione, per tenere sotto stretto controllo la popolazione, il sacramento della confessione. Se ben gestito surroga, a costi esigui, la maggior parte del lavoro del ministero degli interni.
2018-10-24 10:05:36
Ma di che controllo parla, nessuno ti obbliga a confessarsi. Anzi, gli attuali mezzi di comunicazione esercitano un controllo ben più profondo e vasto, il suo intervento ne è la dimostrazione.
2018-10-23 18:55:59
Ottima intuizione, il sacramento della confessione, per tenere sotto controllo il popolo. Se bene usata dal potere alleggerisce i 3/4 del lavoro al ministro degli interni.
2018-10-23 10:13:49
per far vedere al paesello che tu ti confessi e sei un bravo Cristiano... siamo al calvinismo piu sfrenato!...
2018-10-24 10:01:05
Farsi vedere è un atto cotaggioso in un ambiente scristia izzato, perché fonte di derisione ed ironia. Altro che calvinismo!