Adunata Alpini: incubo terrorismo Misure di controllo eccezionali

PER APPROFONDIRE: adunata, alpini, controlli, sicurezza, treviso
Adunata Alpini: incubo terrorismo  Scattano le misure eccezionali

di Elena Filini

TREVISO - Non sarà solo una festa, ma la festa. Quanto basta per considerarla a rischio attentati. L'Adunata del Piave del 12, 13 e 14 maggio diventerà un evento simbolico, vissuto da migliaia di persone che saranno a Treviso per testimoniare la fedeltà a una bandiera, per ribadire e celebrare i valori dell'Occidente cristiano e in definitiva per mettere in scena una delle massime liturgie nazionali: patria, prossimo e Dio. Il pericolo, dunque, non è ipotetico. Al punto che, dietro le quinte, sarebbero cambiate già parecchie cose nella gestione della sicurezza, presa saldamente in mano dall'intelligence. Dietro alle bandiere, al cerimoniale e alle parate c'è infatti allo studio una specie di protocollo antiterrorismo post Nizza, che prevede l'inasprimento dei controlli su tutti i mezzi a motore in prossimità di eventi di piazza. La minaccia è che sull'enorme concentrazione di persone di quei giorni, con centro storico chiuso al traffico, bancarelle e assembramenti in ogni zona della città, possa scagliarsi qualche cellula jihadista impazzita. I precedenti parlano da sé. Dopo l'attentato che sulla Promenade des Anglais lo scorso 14 luglio ha provocato la morte di 82 persone, con 305 feriti, e dopo il sabato di terrore al mercato di Natale di Breitscheidplatz a Berlino il 19 dicembre, gli uomini dell'intelligence hanno deciso di blindare l'Adunata del Piave, obiettivo sensibile in uno stato, l'Italia, ancora non toccato dalle follie dell'integralismo...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 16 Marzo 2017, 14:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Adunata Alpini: incubo terrorismo Misure di controllo eccezionali
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2017-03-16 23:03:55
Mio papà era un alpino e con lui ho assistito a diverse adunate, posso solo dire che erano e sono un momento di ritrovo, di grandi bevute e anche condivisione dei loro valori, ma allo stesso tempo donazione di ore lavoro alla città che li ospita.... non è da dimenticare che in caso di calamità gli alpini sono sempre tra i primi a soccorrere...
2017-03-16 22:02:18
Ma perché il terrorismo religioso islamico dovrebbe prendersela con gli Alpini?
2017-03-16 21:56:59
fuor di retorica, chi mi spiega il significato di queste adunate? forse che sono " più meglio" dei bersaglieri, vigili del fuoco, granatieri di sardegna, lagunari, protezione civile, genio, trasmissioni, marinai, carristi, avieri, palombari ciclisti?
2017-03-16 20:43:06
... ridotti a dame di compagnia.. al massimo qualcuno rischierà d'inciamparsi..
2017-03-16 18:21:53
Ma un ateo non può essere anche alpino ? Pare che gli integralisti siano i Cristiani o chi ha scritto l'articolo vuol solo fomentare.-