Tari, la tassa sui rifiuti più alta del Veneto la pagano i rodigini

PER APPROFONDIRE: classifica, rifiuti, rovigo, tari, tassa, veneto
Immondizia a peso d'oro: ecco chi spende di più e chi meno in Veneto /La classifica

di Francesco Campi

ROVIGO - Le vicende politiche in tema di rifiuti hanno tenuto banco per mesi. Ora i venti di guerra sono cessati e i cittadini, che hanno assistito inermi a battaglie su aspetti tecnici, spesso di difficile comprensione, fanno i conti con le bollette. E Rovigo, anche nel 2017, si conferma il capoluogo con la tassa sui rifiuti (Tari) più salata fra i capoluoghi del Veneto, eccetto Venezia, che però ha per sua natura costi decisamente più alti.

E' quanto emerge da uno studio della Uil che ha effettuato un confronto fra le cento città capoluogo italiane utilizzando, come metro, una famiglia di quattro persone con una casa di 80 metri quadrati e reddito Isee di circa 18mila euro. Per questa famiglia tipo a Rovigo la spesa è di 271 euro, la cifra più alta di tutta la regione che anzi, vede Belluno al vertice della classifica delle città con la tassa più bassa con 149 euro, e Verona al nono posto con 188. A Padova la Tari della famiglia campione è di 221 euro, a Vicenza 215, a Treviso 236. A Venezia arriva a 351 euro, ma fa storia a sé. Va detto, comunque, che il Veneto è fra le regioni più virtuose sotto questo punto di vista, considerando che la media nazionale è di 295 euro. 

  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 2 Ottobre 2017, 05:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tari, la tassa sui rifiuti più alta del Veneto la pagano i rodigini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2017-10-03 10:10:13
Ci vivo e so bene qual e' il problema: moltissimi rodigini, fanalino di coda dei veneti, non si sono ancora decisi a fare per bene la raccolta differenziata. Ficcano ancora tutto insieme, umido, secco, plastica, carta.... E i cassonetti tutti uguali (cambiano solo colore) con il coperchio a ribalta che ti consente di infilare dentro di tutto non aiutano.
2017-10-03 07:11:54
La raccolta differenziata ha degli indubbi risvolti ecologici, ma ha complicato a dismisura le procedure e moltiplicate le spese, se non ben gestita. Prima c'erano campane per il vetro e la carta e i cassonetti per il resto. Passava un grande compattatore con UN operatore e procedeva rapidamente alla raccolta. Adesso abbiamo secchi e secchielli. La spazzatura "sosta" a volte giorni in strada o nei cortili prima che passi un camioncino, con TRE addetti a raccoglierla. Sperando che la destinazione finale sia davvero differenziata e non finisca di nuovo tutta insieme in discarica. Per altro carta, vetro, plastica e lattine hanno un loro valore che dovrebbe contribuire ad ABBASSARE i costi. Ma se utilizzi un mucchio di personale e mezzi (che, per altro, operando a tutte le ore creano anche problemi di traffico) come fai a diminuire le spese, ovvero i costi per i cittadini ?
2017-10-02 21:29:47
In provincia di Ferrara la tassa è quasi il triplo rispetto ai rodigini! Tariffe decise ed imposte da una lunghissima fila di comuni sgovernati dalla sinistra ovviamente....
2017-10-02 21:11:23
in teoria chi paga di più è chi differenzia di meno. ed invece quelli che non differenziano sono quelli che poi si lamentano che pagano troppo. della serie cornuti e mazziati. quelli diligenti, ovviamente.
2017-10-02 18:20:16
Li pagate con l'evasione e la corruzione veneta?