Ristoratore scambiato per un bandito e arrestato: risarcito con 36mila euro

Palazzo Grimani, sede della Corte d'appello di Venezia
PORTO VIRO - Era stato scambiato per l'autore, insieme a un complice, di una rapina compiuta invece da un cuoco che lavorava nel suo ristorante. Per questo aveva subito 155 giorni di arresti domiciliari. Ingiustamente, perché il processo rivelò che le indagini erano inesatte e i capi di imputazione inesistenti.

Così Sandro Marangon, ristoratore, originario di Contarina, ha chiesto un risarcimento di 100mila euro come ristoro del danno subito e la Corte d’Appello di Venezia ne ha concessi 36mila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 5 Gennaio 2018, 06:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ristoratore scambiato per un bandito e arrestato: risarcito con 36mila euro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-01-05 20:50:07
Speriamo li paghi l'imbecille del giudice che ha sbagliato
2018-01-05 17:29:31
Il bello è che chi commette l'errore non paga un centesimo. Paga il Comune, o lo Stato, insomma i cittadini con le tasse.
2018-01-05 17:08:53
e se tutto va bene sulle 36.000 euro dovrà pure pagare le tasse
2018-01-05 13:53:52
se ti metti nelle mani della giustizia hai tutto da perdere anche se hai ragione. Ricordarsi!
2018-01-05 12:01:08
robe da matti, delinguenti a spasso e gente per bene in galera