Martedì 12 Giugno 2018, 10:47

Picchiata e chiusa in casa a 15 anni Assolti i genitori stranieri, nessuna prova

PER APPROFONDIRE: assolti, genitori, picchiata, ragazzina, segregata
Picchiata e chiusa in casa a 15 anni  Assolti i genitori stranieri, nessuna prova

di Francesco Campi

BADIA POLESINE - Una ragazzina di 15 anni picchiata, minacciata, ferita anche con un paio di forbici e segregata in casa, in un appartamento di Badia Polesine. Vessazioni fisiche e psicologiche che si sarebbero protratte per circa un mese provocando nella giovane vittima una crisi d'ansia.  Accuse pesanti quelle che erano state rivolte al 31enne di origini marocchine Rahhal Essahaoui e alla moglie spagnola Josefa Manuela Miralles Amador, 33enne, ritrovatisi a processo per le ipotesi di reato di sequestro di persona, lesioni personali...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Picchiata e chiusa in casa a 15 anni Assolti i genitori stranieri, nessuna prova
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-06-12 15:53:03
Ma come si fa ad andare a processo senza prima aver raccolto delle prove degne di questo nome?