Vasche di fanghi e rifiuti non trattati alla "Amit" di Boara: allarme dell'Arpav

PER APPROFONDIRE: boara, fanghi, nuova amit, rifiuti
L'ingresso della Nuova Amit in via Curtatone

di Francesco Campi

ROVIGO - Vasche piene di fanghi civili e agroalimentari in fase di fermentazione, con il rischio di produrre esalazioni potenzialmente nocive per i cittadini dato che ormai da una decina di giorni non vengono sottoposti ad alcun trattamento.

L’allarme lanciato dell’Arpav, e raccolto dalla Provincia, riguarda la Nuova Amit di Boara Polesine, specializzata nella trasformazione dei fanghi in compost per l’agricoltura. L’azienda ha chiesto l’ammissione al concordato fallimentare in Tribunale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 10 Febbraio 2018, 06:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vasche di fanghi e rifiuti non trattati alla "Amit" di Boara: allarme dell'Arpav
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-02-13 09:41:48
Nel progetto pilota a Milano ottengono biogas, produrre compost dai fanghi significa introdurre veleni nel nostro cibo. Non era una buona idea dall'inizio.
2018-02-10 21:19:56
Per favore qualcuno lo comunichi al pensionato che si distrae sempre a queste notizie.....
2018-02-10 10:34:24
OVVIAMENTE le "criticità" escono sempre a ditte chiuse da anni o in fase di chiusura.... verificare i vari casi nel corso degli anni, a partire ad esempio dal cadmio, prima ignoto e apparso dopo la probabile chiusura delle fonti di emissione ..... il mercurio che dipende dallo strato sociale (o così sembra di capire, visto che in uno studio hanno invocato le dummy variables per aggiungere confusione a confusione e i casi avversi erano pochi per essere presi in considerazione... o almeno così ho creduto di capire....
2018-02-10 09:32:56
E dove se non a rovigo ? Hhahahaahahahahaahahahahaa.....il polesine, terra dei fuochi.......ciao enrico...segna..ciao.