Domenica 29 Luglio 2018, 13:05

La guerra di "Piero" a Teheran per la conquista del Mongol Tour

PER APPROFONDIRE: caterina secchieri, rovigo, teheran
La guerra di "Piero" a Teheran per la conquista del Mongol Tour

di Nicola Astolfi

ROVIGO - Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. E ora il gioco è duro per il team Alboreto is nothing: giovedì in tangenziale a Teheran un problema elettrico ha bloccato Piero, il furgoncino Subaru Libero del 1991 con a bordo la rodigina Caterina Secchieri e i tre colleghi ingegneri impegnati a raggiungere per beneficenza la Siberia in 35 giorni.
GUASTO A TEHERAN
Per la squadra dell'ingegnere aerospaziale rodigina è il secondo guasto al Mongol Rally 2018, la competizione motoristica amatoriale più grande al mondo, non competitiva, che richiede di raccogliere durante il tragitto almeno 1.000 sterline da devolvere in beneficenza. Caterina Secchieri ha raggiunto la squadra a Istanbul il 18 luglio, nel quarto giorno di viaggio del team, che nei tre giorni precedenti aveva toccato Belgrado, e prima Praga dove il Mongol Rally aveva avuto il 16 luglio il via ufficiale con la festa di lancio.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La guerra di "Piero" a Teheran per la conquista del Mongol Tour
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti