Dal Veneto all'Australia: quei 14mila chilometri che hanno portato fortuna a Rolando

Rolando Fabbian

di Nicola Astolfi

ROVIGO - A volte gli capita di trovare dei koala in giardino. Altre volte deve far convivere la gatta di casa con le lucertole lingua blu che le rubano il cibo. In Australia la vita è anche questa. «Nel 2008 ho portato mia madre nel deserto dove lavoro. Da veciota polesana fa fatica a salire sul 4 ruote motrici, ma se si parla di serpenti, salta come un atleta olimpico».

Rolando Fabbian deve convivere anche con i ragni dalla schiena rossa e i cokatoo quando è a casa ad Adelaide, in riposo due settimane al mese perché nelle altre due lavora a un migliaio di chilometri di distanza, nell'impianto di purificazione del gas della città-fabbrica di Moomba. Ha avuto a che fare, per lavoro, anche con wombat e coccodrilli, a Darwin. A Orbost, invece, si è scontrato con i grandi e muscolosi canguri grigi: «Non evitano le macchine, ci saltano contro. E me ne hanno sfasciate due». Guidando nella nebbia alla foce dello Snowy River, ha sentito nostalgia dell'inverno in Polesine che lasciò nel 1996 con un visto di matrimonio in valigia.

Prima di emigrare ha avuto esperienze di lavoro in altre città italiane?
«Ero stato uno studente universitario che d'estate lavorava sempre: apprendista fabbro, raccolta d'aglio e pere, istruttore di nuoto alla piscina comunale, ammazza-zanzare col camion Esoform, cameriere alla Festa del Tu»...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Aprile 2018, 14:25






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dal Veneto all'Australia: quei 14mila chilometri che hanno portato fortuna a Rolando
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-04-17 21:28:00
io dico che con la voglia di fare che aveva avrebbe trovato un buon lavoro anche in italia. non era uno da divano come molti dei nostri giovani disoccupati.
2018-04-17 20:37:08
lascio' l'Italia con un visto di matrimonio e una valigia...avra' trovato gli australiani che lo aspettavano in albergo con vitto e alloggio pagati?? bisognerebbe chiederglielo..