Mercoledì 24 Ottobre 2018, 22:43

Autovelox sospetto, indagini a rilento: a processo il vigile urbano del paese e il fratello

Autovelox sospetto, indagini a rilento: a processo il vigile urbano del paese e il fratello

di Francesco Campi

BAGNOLO DI PO - Il tutor di Runzi sanzionava chi andava troppo veloce, ma le indagini sulla sua installazione non sono certo andate spedite, per svariati motivi, tanto che la prescrizione ha già cancellato parte dei reati originariamente ipotizzati. E ieri, proprio per questo, il gup ha dichiarato il non luogo a procedere nei confronti del sindaco di Bagnolo di Po Pietro Caberletti, per il quale la Procura aveva ipotizzato l’abuso d’ufficio. Ma una parte dell’inchiesta sfocerà comunque in un processo,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Autovelox sospetto, indagini a rilento: a processo il vigile urbano del paese e il fratello
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-10-26 11:54:49
L'ex Sindaco di Cortina aveva invitato il suo Capo Vigili a guardare piu' in giro per cogliere meglio( con piu' fatica )le malefatte urbanistiche che a piazzare autovelox che fanno tutto da soli.Si 'e' beccato denuncia per abuso d'ufficio, processo, confino ecc.
2018-10-26 11:28:06
Chi viaggia spesso sa che tutta la "povera" zona del polesine è a rischio fregatura, con limiti assurdi, spesso poco visibili (ieri ne ho visto uno in curva). Posso parlare perché in 50 anni ho preso in tutto 3 multe per eccesso velocità, di cui due nel polesine, e senza mai perdere un punto di patente. Quelli che scrivono che basta rispettare i limiti non sanno nulla di come vengono creati gli appostamenti. Se tu in una strada dritta, larga e tranquilla metti un limite di 50 kmh, dopo molte centinaia di metri il guidatore è tecnicamente indotto a distrarsi e magari superare i 60, senza alcun rischio, peraltro. E, toh, proprio lì troverà il marchingegno ciucciasoldi. Tutto questo non aiuta affatto la sicurezza, perché l'attenzione del guidatore viene stressata portandola sull'evitare questo pericolo secondario (ma caro) a scapito delle vere cose importanti. Salvo le solite eccezioni dei pazzi al volante, ovviamente, ma solo a questi si interessano i legalisti 100%.
2018-10-26 14:29:20
purtroppo baleng a quei pochi che continuano a scrivere di rispettate i limiti alle altre ragioni non sono interessati. se gli dici che solo in italia funziona cosi non ci credono. se gli dici che se hai i soldi puoi correre tanto non ti tolgono neanche i punti ti dicono che almeno paghi. Pensi che ti tolgono due punti se dimentichi di prendere il biglietto in autostrada. cosa c'entra con la prevenzione. qualche proautovelox me lo sa dire? A chi comanda non gli interessa se poi il 50% delle multe non viene pagato. a loro basta cosi
2018-10-26 19:11:28
E perchè non dici una parola anche su chi i limiti li supera di svariati chilometri oltre il limite? Fa troppo comodo citare solo esempi a senso unico. Gli incidenti dovuti all'alta velocità sono ancora troppi, ma per chi gli è andata finora bene, questo è un problema che non lo riguarda, magari domani si vedrà...
2018-10-26 08:04:18
Forse fantascienza suggerisce l'ipotesi maligna che ..in automatico, oltre alla velocita' , si risalga tramite dati mezzo, codice fiscale..alla solvibilita' del proprietario del mezzo.Se si capisce che non dispone di reddito,,si evita di mandare raccomandata o invece si carica al massimo sui" possidenti che se la guadagnano e non hanno possibilita' di fuga all'estero".