Scontrino con scritta antirazzista al bar, il messaggio fa il giro dei social

Sullo scontrino del bar veneto appare una scritta per i clienti: «No al razzismo»
ADRIA - «No al razzismo, sì Adria integrata». La scritta, comparsa sullo scontrino di un bar di Adria, in provincia di Rovigo e postata da alcuni clienti,sta facendo il giro dei social. Il titolare del bar già in passato aveva utilizzato gli scontrini per divulgare messaggi. Da un anno, infatti, li stampa con una scritta contro le slot machine: «Vivi responsabilmente, no alle slot machine».

«Invece dei soliti arrivedercì o grazie, ho pensato di usare gli scontrini come veicoli di messaggi sociali». Nasce così l'idea, a Francesco Beghello, 55 anni, di porre sulla carta termica fiscale del registratore di cassa del bar, "Lo spiffero" di Adria, la scritta antirazzista e prima amcora quella contro lo slot. Anche per l'eco che i media, a livello nazionale, davano sui casi di intolleranza. «Qui ad Adria - osserva - non ci sono stati casi particolari. Ma sono stato colpito da quello che leggevo sui giornali o sentivo in televisione». Beghello non è legato ad alcun partito o movimento «ma sono attento - dice - ai problemi sociali. E sfrutto il bar per metterli al centro dell'attenzione dei clienti».




 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 2 Agosto 2018, 16:10






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scontrino con scritta antirazzista al bar, il messaggio fa il giro dei social
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-08-07 07:20:12
ecco un bar che evitero' con ogni cura
2018-08-03 19:31:14
Bar Comunista e razzista verso gli italiani.
2018-08-02 20:01:05
No al razzismo. Giusto, ma anche a quello che lascia in mezzo alla strada famiglie italiane, mentre si preoccupa di sistemare e mantenere gli immigrati irregolari.
2018-08-02 18:00:52
Chissa' che non gli arrivi una "visitina" da parte delle sue amate risorse.....
2018-08-02 17:46:26
un po' di sana pubblicita' non guasta. Gli italiani non sono razzisti. Ma visto quello che vedono, leggono e sentono in giro in termini di sicurezza e degrado, sono prossimi a diventarlo...a ragione!