Vaccini, in Veneto "fuorilegge" ancora 50mila bambini e ragazzi

PER APPROFONDIRE: vaccini, veneto
Vaccini, in Veneto "fuorilegge"  ​ancora 50mila bambini e ragazzi

di Angela Pederiva

VENEZIA - Quando manca un mese all'ultima chiamata per le vaccinazioni obbligatorie, in Veneto 50.000 bambini e ragazzi rimangono sotto la lente delle Ulss. Si tratta dei 21.000 che non hanno mai iniziato il percorso e dei 29.000 che l'hanno cominciato senza però averlo ancora completato. A dirlo è il Rapporto sull'attività vaccinale 2017, redatto dalla Direzione regionale prevenzione, secondo cui l'adesione alle immunizzazioni ha continuato a crescere sia prima che dopo il decreto (poi convertito in legge) Lorenzin-Fedeli.



LA NORMATIVA
In estrema sintesi, la normativa prevede l'obbligo di sottoporre i minori da 0 a 16 anni a nove vaccinazioni, contro poliomielite, difterite, tetano, epatite B, pertosse, Haemophilus influenzae tipo b, morbillo, rosolia e parotite; per i nati nel 2017 se ne aggiunge anche una decima, contro la varicella. Nella loro rilevazione, per una questione di attendibilità dei dati i tecnici della Regione hanno preso in considerazione i quasi 640.000 ragazzini di età compresa tra 2 e 16 anni residenti o domiciliati in Veneto. 

LA COPERTURA
Ebbene il monitoraggio dice che, in quell'area fascia anagrafica, alla fine del 2017 risulta vaccinato il 95,5% per tre dosi anti-poliomielite (contro il 91,3% del 2013 e il 92,6% del 2015) e il 94,7% per una dose anti-morbillo (a fronte dell'87,1% del 2013 e del 91,5% del 2015)...


 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 11 Febbraio 2018, 10:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vaccini, in Veneto "fuorilegge" ancora 50mila bambini e ragazzi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-02-12 14:34:17
La legge è legge, pertanto se non volete rispettarla , acasa i bambini. Ciao enrico..ciao.
2018-02-11 17:21:47
Qualche giorno fa un analogo articolo di questo Quotidiano poneva in evidenza la diversa posizione tra il Ministro della Sanità, l’On. Beatrice Lorenzin e il Sindaco di Roma, l’Avv. Virginia Raggi del M5S sull’adesione alle vaccinazioni. Come vedete il problema delle vaccinazioni non esiste solo nel Comune di Roma e in quello di Firenze come segnalato dall’Anci, ma è presente anche in diversi Comuni del Veneto.
2018-02-11 18:17:18
Piu' che "il problema delle vaccinazioni" direi che si tratta di un problema di disinformazione e di genitori inadempienti.
2018-02-11 16:13:47
Rifiutano le vaccinazioni prescritte? Cancelliamoli dalle liste degli assistiti dal servizio pubblico. A carico ogni intervento farmaceutico e medico. La multa non basta, e verso alcuni (molti??) è ininfluente, stante i redditi reali. E la galera, di questi tempi, non fa paura.
2018-02-11 10:33:06
Non tornano i conti. 50.000 su 640.000 sono quasi l'8%. Come fanno le coperture ad essere al 95% ? I bambini veneti sono il 103% ? Obesi ? Non e' che giocano con i numeri ovvero citano dati alti riferendosi alle coorti piu' giovani per nascondere che il dato complessivo era drammaticamente piu' basso ?