Vaccini, il governo pronto al ricorso contro la moratoria decisa dal Veneto

PER APPROFONDIRE: governo, vaccini, veneto
Vaccini, il governo pronto al ricorso  contro la moratoria decisa dal Veneto
Il governo, tramite il ministero della Salute, sta valutando di impugnare il decreto della Regione Veneto che sui vaccini concede una moratoria fino al 2019. Un mandato formale, secondo quanto si apprende, non è ancora stato dato all'Avvocatura dello Stato, ma informalmente è già stato avviato l'esame del dossier per impugnare la norma di fronte al Tar del Veneto.

L'esame, che coinvolge anche il distretto del Veneto dell'Avvocatura dello Stato, riguarda i contenuti della norma regionale che dà tempo fino all'anno scolastico 2019-2020 in Veneto per presentare tutta la documentazione vaccinale per i bambini da zero a sei anni, evitando la decadenza dell'iscrizione dagli asili nido e infanzia. Il principio cardine su cui farà leva l'impugnazione è che sebbene la sanità sia una materia in gran parte concorrente, cioè di competenza sia delle Regioni che dello Stato, la salvaguardia della salute è invece una competenza esclusivamente statale. 

«Ho dato mandato di perseguire tutte le azioni contro la decisione della Regione Veneto che è totalmente irragionevole» ha affermato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. «La legge sull'obbligo vaccinale - ha detto - è nazionale. Il Veneto è nello Stato italiano e deve rispettare la legge. Inoltre, i virus non seguono i con fini regionali o le valutazioni politiche. Il Veneto, da alcuni anni, ha fatto una scelta che comunque non l'ha portato ad essere in un a soglia di sicurezza per le coperture vaccinali». Dunque, ha sottolineato, «invito il presidente Zaia e il direttore Mantoan a rivedere la loro posizione alla luce dei dati epidemiologici e per la sicurezza delle famiglie. Non voglio - una sterile polemica, ma ho interesse che la legge sia applicata in modo uniforme».

LA POLEMICA -  - «Ogni Regione ha una legittima autonomia. La decisione del Veneto è però  incomprensibile» afferma a Rainews24 il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. Immediata la replica da Venezia: «L'unico dato incomprensibile è l'arroganza ci si permette di lanciare strali contro una legittima decisione di un'altra Regione» ha dichiarato l'assessore veneto Luca Coletto.

 


Tutti i particolari sul Gazzettino del 6 settembre

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 5 Settembre 2017, 16:12






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vaccini, il governo pronto al ricorso contro la moratoria decisa dal Veneto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 70 commenti presenti
2017-11-23 09:36:06
(stranamente) Dopo il giudizio di costituzionalita della consulta, relativamente al decreto di obbligatorieta dei vaccini, al quale il governatore veneto si mise di traverso, non leggo di esultanze ed ole venetiste nei commenti...
2017-09-06 14:43:22
Purtroppo come sempre tutti danno aria alla bocca i politici per primi senza sapere NIENTE di vaccini, se un genitore ha avuto precedenti in famiglia di problemi con i vaccini che hanno dato reazioni allergiche o peggio in Inghilterra per esempio si fà un prevaccino in dosi molto leggere e si monitora il vaccinato in caso di ulteriori dubbi si procede con altre procedure per accertare o meno la pericolosità del vaccino. Mi sembra tutto semplice e poco costoso rasserenare l'animo di genitori. Certo se poi le famiglie che sono vegane fondamentaliste, figlie dei fiori, anarchiche ecc....vogliono fare la guerra alle mosche si prenderanno la loro responsabilità.
2017-09-06 11:14:12
Mamma mia quanti commentatori disponibili a far ammalare bambini per qualche voto in più da rosicchiare alla parte politica avversa. Robe da quarto mondo.
2017-09-06 12:15:24
@ E in Francia.
2017-09-06 10:57:41
Invece di queste partitine di ping pong, mi aspetterei da Governo e Regione una drastica presa di posizione contro : Ratti di fogna, Piccioni defecanti, Cinghiali, Nutrie, Zanzare tigre e Cimici di varia origine, cani non regolmente posseduti , vaccinati e curati nelleuscite..Invece..dobbiamo arragiarci e sopportare , al massimo qualche editto dei Sindaci , cartaceo o sul sito internet.Mai visto trattamento antisetticida tombini fogne e parchi .Perderebbero qualche decina di voti per guadagnarne migliaia di cittadini stufi di degrado.