Studentessa aggredita in treno: 27enne arrestato per violenza sessuale

PER APPROFONDIRE: pergine, treno, violenza sessuale
Studentessa aggredita in treno  Un arresto per violenza sessuale
PERGINE - Aggredita da un uomo sul treno che la portava a scuola. È accaduto a una studentessa sulla ferrovia della Valsugana, nei pressi di Pergine, nel Trentino. L'individuo è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di violenza sessuale. Stando alla denuncia della giovane, l'uomo l'avrebbe afferrata per i fianchi cercando di avvicinarla a sé, ma la ragazza sarebbe riuscita a divincolarsi e il molestatore si sarebbe dato alla fuga.

Una fuga breve, visto che i carabinieri hanno rintracciato un individuo che coincideva con la descrizione fornita dalla vittima - e da una amica che era con lei - e, dopo averlo fermato ed identificato, lo hanno accompagnato alla caserma dei carabinieri, dove sono arrivati poco dopo anche i genitori della giovane. L'uomo, moldavo 27enne, sottoposto ad interrogatorio, dopo poco ha ammesso le sue responsabilità ed è stato arrestato per violenza sessuale. Si trova agli arresti domiciliari e oggi ci sarà il processo per direttissima. Ai carabinieri della Stazione di Pergine Valsugana, allertati dalla centrale operativa, le due ragazze avevano spiegato che l'uomo aveva avuto un atteggiamento che sembrava strano e, giunte all'altezza della fermata di Pergine, avevano deciso di prendere un altro treno. Ma l'uomo si era avvicinato e prima che riuscissero a scendere, ne aveva molestata una. La cattura dell'uomo è stata favorita anche dalla collaborazione con la Polizia Locale allertata dalla centrale operativa dei carabinieri.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 8 Gennaio 2019, 12:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Studentessa aggredita in treno: 27enne arrestato per violenza sessuale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-01-11 19:34:11
islam apostastia del malcostume deteriore
2019-01-09 06:34:00
ERRATA CORRIGE L’articolo ha il titolo: “Non è solo il Veneto dei campanili, un libro (e 400 immagini) per scoprirne l'evoluzione”, e non si può postare alcunché, per cui siamo costretti a farlo qui. Vi compare una foto in bianco e nero ben precedente al 1970, quando il “Veneto” non era stato istituito, non c’erano infatti a quell’epoca remota in vista accordi spartitori di poltrone Dc, Pci… Lo abbiamo ripetuto fino alla nausea, questo nomignolo di “Veneto” fu scelto arbitrariamente dalle segreterie romane dei partiti nel loro periodo di “compromesso”. Risultava infatti funzionale all’operazione in atto ed avevano rispolverato questo “fossile nominale”, un sia ammuffito che ossidato, da qualche archivio polveroso dei loro “uffici” romani, per designare una delle 20 Regioni che istituirono, senza ovviamente chiedere alcuna consultazione dei cittadini. E, per quanto riguarda l’articolo in questione, c’è da aggiungere che, nel 2017, nell’accorpamento delle località comunali di Megliadino San Fidenzio, Saletto e Santa Margherita d'Adige da sempre serenamente euganee, ha fatto la sua incredibile “comparsa”, o “apparizione regionalistica”, il nomignolo “veneto”, del tutto estraneo alla storia dei paesi euganei. Un altro caso di ogiemizzazione social-ingegneristica?
2019-01-08 19:38:23
claudio pros, ripassa la storia, i veneti esistona sin dai tempi dei romani[erano pure alleati] mentre L'espressione "colli Euganei", con la quale si indica il gruppo di rilievi posto a sudovest di Padova, è invece un'invenzione del Rinascimento, mentre ancor più tarda è "Venezia Euganea", coniata dal linguista Graziadio Isaia Ascoli.
2019-01-08 19:17:17
Claudio Pros... lei sa bene che quello che scrive è infondato e falso però, guarda caso, la trovo sempre qui impegnato a fare propaganda al suo fantomatico COMITATO... Quanto costa farsi la tessera?
2019-01-08 18:14:21
Riferito all'articolo "Grazie infinite Michele, sei stato gentilissimo e prezioso". che guarda caso non si può commentare! Le foto del luogo in bianco e nero sono prima del 1970, e lì in quel periodo, non esisteva alcun "Veneto"… "Veneto" è il mero nomignolo imposto dalle segreterie romane della Dc e del Pci nel 1970, a una delle 20 Regioni che istituirono!