Redditi dei parlamentari veneti e friulani: in testa Ghedini /I dati

Niccolò Ghedini, la sua dichiarazione 2017 (redditi 2016) è di 1.623.000 euro e rotti

di Alvise Fontanella

VENEZIA - Tra i parlamentari veneti e friulani, quello che sta meglio è ancora una volta Niccolò Ghedini, senatore di Forza Italia e avvocato di fiducia di Berlusconi. La sua dichiarazione 2017 (redditi 2016) è di 1.623.000 euro e rotti. Tra gli eletti in Friuli il recordman è l’albergatore toscano Bernabò Bocca, che dichiara 630.986 euro. E anche lui non sarà proprio felicissimo, perché l’anno prima era arrivato a superare quota 806.000 euro.

LEGGI ANCHE Governo, i redditi dei ministri: Fedeli la più ricca, Lorenzin in coda

La disfida veneto-friulana tra i due capigruppo nordestini di centrodestra è vinta a mani basse da Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, nonché socio e legale rappresentante di una società agrituristica, la Tenuta Capizucchi di Roma Ciampino, che dichiara 217.473 euro, qualcosa di più dell’anno prima, quando si era fermato poco sopra i 213.000 euro. Il friulano Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega, che quest’anno ha venduto la sua Bmw 320d e acquistato una Volvo V60, dichiara un reddito di 98.905 euro, di fatto lo standard per i parlamentari giovani...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 17 Marzo 2018, 06:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Redditi dei parlamentari veneti e friulani: in testa Ghedini /I dati
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 45 commenti presenti
2018-03-19 13:36:48
Potrebbe anche guadagnare di piu'.In certe foto assomiglia all'attore Klaus Kinski.
2018-03-19 11:23:01
agriturismo...uno di quei posti con fiscalità agevolata per il recupero del rapporto con la natura dove vivi a contatto con chi lavora la terra e alleva gli animali? ...
2018-03-18 11:01:36
Con questi redditi e con assenze in senato al 99% come si fa a pensare che questo faccia gli interessi degli Italiani ? E non e' il solo, ce ne sono molti altri mantenuti da questo stato di pulcinella, concretamente dai cittadini, non per merito ma per nomina dalla politica e delle nostre istituzioni indecenti dalla mentalita' immorale e portafoglio gonfiato dai bottini di rapine al Popolo depredato e fin troppo paziente. Certe cose non succederebbero ne' in Francia ne' in Germania o qualsiasi altro paese civile, da noi invece e' normalità.
2018-03-18 10:41:36
Grazie al questa legge elettorale, e' il segretario di partito --Forza Italia -- che decide CHI e' il capogruppo che va votato dagli elettori. Quindi e' il segretario di Forza Italia che DECIDE CHI mettere alla sommita' della Lista: uno come Ghedini....che difende il pluri-indagato e CONDANNATO S.B. CON I NS. SOLDI. Roba da rivoluzione. Chiaro conflitto di interessi. Non e' questione di quanto bravo sia Ghedini o chiunque altro. Noi elettori NON contiamo NULLA in questa legge elettorale. NON decide l'elettore chi mette alla sommita' di quella lista, MA il segretario di partito.
2018-03-17 20:41:29
... lui fa i soldi ma non i conti col guardiano del faro ( paradiso ).. con quella esuberante gobba ( sacco stracolmo ) di certo non passerà per la cruna del celeste ago.. non lo invidio anche perché onestamente non saprei come spenderli.. pianti almeno un albero e quella gobba magari si ridurrà per quel che basta...