Pietro Maso 23 anni dopo: «Chiedo
perdono a tutti, pregate per me»

Pietro Maso
VERONA - Si era già pentito, ma ora - 23 anni dopo il massacro dei genitori - arrivano le scuse pubbliche di Pietro Maso. «Chiedo perdono a tutti. A tutti quelli che, col mio delitto, indirettamente ho offeso. E a tutti chiedo una preghiera per me, per i miei genitori, perché io possa continuare il mio cammino di penitenza e di conversione fino alla fine dei miei giorni»: a dirlo è l'ex bullo della "Verona bene", Pietro Maso, condannato nel 1991 per l'omicidio dei genitori nella casa di Montecchia di Crosara, in una testimonianza in tv a "Lo sportello di Forum", programma condotto da Barbara Palombelli, su Retequattro.



Maso, che ha scritto un libro ("Il male ero io" con Raffaella Regoli), parla di come ha imparato a perdonare e a perdonarsi. «Ho vissuto - ha detto - con la mia famiglia un rapporto di facciata: indossavo una maschera. Ancora oggi mi scrivono tanti ragazzi che dicono di capire il mio disagio. Con il carcere e la preghiera in questi anni ho imparato l'ascolto, il rispetto, ma soprattutto ad amare. Don Guido Todescini, la mia guida spirituale, mi ha insegnato l'amore di Dio, ad amare chi ci ama, cosa che io non ero in grado di fare
».



«E, cosa più importante, ho imparato a perdonare e a perdonarmi. Natuzza Evolo, che ho conosciuto - conclude il 40enne veronese - diceva che "nell'infinita misericordia di Dio c'è la risposta a tutte le nostre domande".

Giovedì 16 Gennaio 2014, 14:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pietro Maso 23 anni dopo: «Chiedo
perdono a tutti, pregate per me»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2014-01-16 15:36:04
sempre tardi.... ...per chiedere perdono....doveva pensarci prima di uccidere chi aveva a lui data la vita. Io non lo perdono...lo compiango !
2014-01-16 16:03:59
non dimentichiamo che maso non è un assassino seriale o un malvivente cronico come lo sono camorristi e mafiosi o tipi alla maniero. una sua redenzione era anche molto possibile. adesso deve solo dimostrarlo con i fatti e deve sapere che la gente farà fatica a credergli quindi la sua strada sarà molto in salita. un po\' mi ricorda quello che ha ucciso maria goretti.
2014-01-16 16:18:03
Per il commento inviato il 2014-01-16 alle 15:36:04 da de-senectute Non so se sia più da compiangere chi chiede perdono o chi non sa perdonare.
2014-01-16 16:46:17
...mah... un tale tanti anni fa disse: \"Chi è senza peccato scagli la prima pietra\" @binariciuto: ti stimo. davvero. Personalmente compiango chi non sa perdonare.
2014-01-16 18:15:32
Giudicare...giudicare...giudicare Il ragazzo ha pagato la pena stabilita, e tutti i giorni dovrà fare i conti con la sua coscienza e con i suoi ricordi. Ognuno di noi sbaglia, chi tanto e chi poco: aveva 19 anni se non erro, un\'età difficile, molto difficile. Concordo con Copppertone e credo che sia giusto, in nome di semplici valori umani, dare comunque una seconda possibilità. Opinione mia