Mandi Mandi choc: «Rovinato da Equitalia, sono senza casa. Vorrei lavorare» /Video

Marco Milano, il celebre Mandi Mandi: «Rovinato da Equitalia, sono senza casa. Vorrei lavorare»

di Domenico Zurlo

Vi ricordate di Marco Milano, alias Mandi Mandi? Per anni volto di Mai dire gol con Teo Teocoli e la Gialappa's Band, e poi passato alla Rai a Quelli che il calcio, ai tempi della conduzione di Simona Ventura. Ma che fine ha fatto Marco Milano, ormai assente dalla tv da qualche tempo? «Sei bellissima e simpaticissima», era il suo mantra all'epoca di Mai dire gol, quando Mandi Mandi era davvero famosissimo.

Purtroppo Mandi Mandi è stato travolto da alcuni guai con il fisco, e poi da problemi personali, e per lui è stato un periodo nero: lo ha raccontato oggi al Tgcom24, che lo ha intervistato. E le sue parole non sono il ritratto dell’allegria: «Non ho più nulla - dice - ma non voglio dipendere dagli altri, vorrei tornare a lavorare». Marco Milano ha ora 57 anni: la sua carriera tv era iniziata nel 1985, sia davanti alle telecamere sia dietro le quinte come autore.


Le ultime apparizioni a Colorado nel 2014: «Poca roba, solo sei puntate - ricorda - non avevo la testa per rendere al meglio. Colpa di una vicenda legata a Equitalia e Agenzia delle Entrate, nel 2008, con una serie di cartelle esattoriali molto pesanti». La responsabilità, dice Mandi Mandi, era dei suoi commercialisti: «Per quattro anni avevano sbagliato tutte le dichiarazioni, mi sono trovato di fronte a debiti con lo Stato a cui non potevo far fronte. Mi hanno portato via la casa, mi hanno distrutto».
 

Nel 2014, dopo Colorado, altri problemi: «La mia ragazza mi ha lasciato, dopo qualche giorno è morto anche mio padre. Mi sono chiuso in casa in Maremma per 15 giorni senza mangiare, volevo morire, poi è arrivato un angelo custode che mi ha salvato - racconta - Ero lì in casa, qualcuno mi ha chiamato e poco dopo è arrivata un’ambulanza che mi ha salvato la vita».

Lasciata quella casa in Toscana, Marco Milano è ora ancora in difficoltà: «Sono senza fissa dimora, giro dove ci sono amici che mi possono ospitare. Ma non voglio vivere sulle spalle degli altri, non chiedo altro di tornare a lavorare. Se ci fosse il lavoro tornerei a vivere, con il lavoro ti senti realizzato». «Il lavoro di un comico è difficile, devi avere serenità mentale per far ridere: io ero schiacciato da cartelle e ricorsi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Ottobre 2018, 14:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mandi Mandi choc: «Rovinato da Equitalia, sono senza casa. Vorrei lavorare» /Video
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-10-22 08:12:10
I commenti dai soliti veneti " generosi" , " solidali" e " altruisti " ehhhhhhhhhhhhhh......vergognatevi!!!!! Ciao enrico..ciao.
2018-10-20 17:38:53
mandi mandi, ma ti ci ha mai mandato nessuno? Finche' rubavi allo stato i fiscalisti ti facevano comodo, quando ti hanno beccato e' colpa loro? ma vai, va'..
2018-10-20 15:52:37
....«Ho speso tutto in donne, vodka e cocaina... Non bastano queste dichiarazioni per dirle:-VERGOGNATI-:
2018-10-20 14:24:46
Come milioni di italiani..e gia' tanto trovare amici che lo ospitano. Si consideri fortunato.
2018-10-20 13:22:45
Rimboccarsi le maniche che di operai ce n è grande bisogno nelle fabbriche!