Conto e numero di solidarietà 45500. Zaia: «Puntate la sveglia e donate» /Come aiutare

PER APPROFONDIRE: donazioni, iban, maltempo, veneto
Danni del maltempo in Agordino
Parte la raccolta di fondi a Nordest per rimettere in piedi il territorio devastato dall'ondata di maltempo. Le iniziative ci sono e sono molte. Qui tutti i modi per dare una mano a Veneto e Friuli Venezia Giulia. Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha fatto un appello a tutti i cittadini perché donino anche poco ma aiutino le loro terre a rinascere: «Puntate la sveglia a mezzanotte e inviate un sms».

Prima fra tutte il NUMERO DI SOLIDARIETÀ per donare due euro per Vento, Friuli Venezia Giulia e Liguria, attivo dalle 00.01 di domenica 4 novembre. IL NUMERO È 45500.

IL CONTO CORRENTE

Per fronteggiare le devastazioni provocate dall'ondata di maltempo che ha colpito il Veneto, e creare disponibilità finanziarie da utilizzare in aiuto alle popolazioni, la Regione del Veneto fa appello anche alla solidarietà, istituendo un conto corrente già attivo. «Spero - dice Zaia - che questo conto corrente possa avere la diffusione più ampia possibile e che, come sempre, possa trovare riscontro nella grande generosità della gente. Da parte mia - aggiunge il Governatore - un solo impegno e una sola garanzia: ogni centesimo che verrà versato andrà destinato solo ed esclusivamente per aiutare le persone in difficoltà». Il Conto Corrente è attivato presso la Banca Unicredit Spa, tesoriere regionale, ed è denominato "Veneto in ginocchio per maltempo ott. - nov. 2018". La Regione ha fornito il codice Iban: IT 75 C 02008 02017 000105442360. La causale è: "Veneto in ginocchio per maltempo ottobre-novembre 2018".

LA COLLETTA SPONTANEA
L'Agordino
è in ginocchio e parte una colletta spontanea, tra i residenti, per aiutare chi è più in difficoltà. Una settantina di abitanti nell'area dell'Agordino ha raccolto, in una colletta chiamata «Rialzati Agordino!» e lanciata dal sindaco di Rocca Pietore, Andrea De Bernardin, circa tremila euro che sono stati consegnati direttamente al primo cittadino. Per aderire alla sottoscrizione è possibile utilizzare il portale GoFundMe all'indirizzo www.gofundme.com/rialzati-agordino.

BASKET, IL BUON ESEMPIO
L'Umana Reyer devolverà l'incasso della partita con la Virtus Bologna di domenica interamente alla Regione Veneto e sarà affidato al Presidente del Veneto Luca Zaia, a sostegno di tutte le popolazioni venete colpite dall'ondata di maltempo. La società sportiva veneziana rileva che, inoltre, all'interno del Palasport sarà organizzata un'ulteriore raccolta fondi tramite appositi raccoglitori presenti agli ingressi. Coniato per l'occasione lo slogan «Partecipiamo tutti: siamo un'unica squadra!».




+++ Non solo raccolta di fondi ma anche sospensione di bollette e pagamento mutui +++
INTESA SANPAOLO, AIUTI E RATE SOSPESE A COSTO RIDOTTO
Il gruppobancario Intesa Sanpaolo ha stanziato un miliardo di euro per aiutare le popolazioni colpite dall'alluvione del 29 ottobre. Di questa somma, 270 milioni sono dedicati alle regioni del Nordest. Inoltre la banca si è detta disponibile a «sospendere per 12 mesi le rate dei finanziamenti in essere presso le famiglie e le imprese delle aree geografiche interessate». Lo annuncia una nota dell'istituto bancario precisando che «le richieste saranno esaminate con una priorità speciale e a condizioni di prezzo straordinarie, tra cui l'assenza di spese di istruttoria e l'applicazione di tassi agevolati, coerenti con la gravità della situazione e lo stato di necessità della popolazione». Intesa Sanpaolo mette a disposizione tutte le filiali presenti sul territorio per informazioni e assistenza immediata. «Di fronte al perdurare delle difficoltà e dei danni provocati dal maltempo, dopo aver stanziato 1 miliardo di plafond e accogliendo anche l'appello e il ringraziamento lanciato dal Governatore del Veneto Luca Zaia, Intesa Sanpaolo ha deciso di intervenire subito con la sospensione delle rate dei finanziamenti alle famiglie e alle imprese delle zone colpite» dichiara Stefano Barrese, responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo.
 

ENEL, BOLLETTE SOSPESE
Anche l'Enel fa sapere di voler «sospendere la fatturazione» delle bollette elettriche ai clienti del Triveneto residenti nelle aree devastate dalla calamità naturale. Per quanto riguarda invece le interruzioni prolungate del servizio elettrico legate al maltempo, Enel ricorda che è prevista l'erogazione di indennizzi automatici, per i quali quindi non è necessario che venga presentata alcuna richiesta, direttamente nella bolletta elettrica.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 2 Novembre 2018, 14:10






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Conto e numero di solidarietà 45500. Zaia: «Puntate la sveglia e donate» /Come aiutare
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 27 commenti presenti
2018-11-05 16:26:50
Dai che diamo una mano.
2018-11-05 16:23:26
Se gli evasori fiscali pagassero ricopriremmo di alberi l' intera ITALIA.. Salvini e di maio muovetevi.
2018-11-05 13:24:15
Invece di buttare i soldi per le "olimpiadi" arricchendo i soliti speculatori, aiutate i cittadini rovinati!
2018-11-05 16:23:56
Sarà un'occasione di ricostruzione invece. Riceveremmo molto denaro
2018-11-05 12:10:59
La tragedia ha dimension enazionale, deve essere il governo che decida..magari rinunciando a qualche provvedimento propagandistico e revisionando la manovra .Se poi le multinazionali pagassero le tasse dove fanno affari e non in Lussemburgo..Olanda,Cayman...