Maltempo, l'allerta della protezione civile: «Temporali in arrivo»

PER APPROFONDIRE: maltempo, protezione civile, temporali
(Foto Ansa)
Nella giornata di sabato una perturbazione atlantica interesserà gran parte delle regioni settentrionali con precipitazioni che risulteranno più frequenti ed intense sulle zone alpine e prealpine e sui settori occidentali. Da domenica il maltempo si sposterà anche al centro e porterà un rinforzo dei venti da sud su gran parte della penisola. Si tratta della prima importante perturbazione dopo un'estate caratterizzata da caldo, scarsità di piogge e incendi. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

L'avviso prevede dalle prime ore di sabato precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, Lombardia e Liguria, in estensione a Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Le cumulate delle piogge potranno risultare anche molto abbondanti sui settori occidentali e sulle zone alpine e prealpine. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata allerta arancione sul versante tirrenico della Calabria e sulla parte occidentale della Basilicata. Per la giornata di sabato, è stata valutata ancora allerta arancione sul versante tirrenico della Calabria, sulla parte occidentale della Basilicata, sulla Liguria e su buona parte del Veneto, mentre l'allerta è gialla sulla Puglia, sul resto della Calabria, della Basilicata e del Veneto, sulla Campania nella Piana Sele e Cilento, in Friuli Venezia Giulia nel Bacino dell'Isonzo e sulla Pianura di Udine e Gorizia, nella parte nord della Lombardia, in Emilia Romagna sui Bacini Trebbia-Taro e sulla Pianura di Piacenza e su parte del Piemonte.

«Come già specificato nelle raccomandazioni inviate alle regioni lo scorso 1° agosto - spiega la Protezione civile - è necessario prepararsi al meglio per la prevenzione del rischio idrogeologico, con particolare attenzione alle aree interessate da incendi boschivi che, oltre alla perdita di suolo fertile e di vegetazione, possono favorire fenomeni di dissesto dei versanti provocando, in caso di piogge intense o prolungate, l'erosione del terreno e il possibile innesco di frane o di caduta massi improvvisa».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 8 Settembre 2017, 23:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Maltempo, l'allerta della protezione civile: «Temporali in arrivo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-09-09 09:32:40
Il pomata a scanso di equivoci si prepara a chiedere lo stato di calamità, anche perché non sa fare altro...hahahahahaha.... ciao Enrico.