Lunedì 9 Gennaio 2017, 22:17

Il prefetto Morcone: «Imporre quote
ai Comuni è il rimedio estremo»

PER APPROFONDIRE: cie, comuni, mario morcone, migranti, profughi
Il prefetto Morcone: «Imporre quote  ai Comuni è il rimedio estremo»

di Maurizio Bait

TRIESTE - Il Governo avvia dal Friuli Venezia Giulia un forte pressing sui Comuni per incrementare l’accoglienza diffusa dei migranti che chiedono protezione in Italia, ma al tempo stesso rassicura i sindaci: «le azioni d’imperio sono l’estrema ratio», come ha chiarito il capo-dipartimento immigrazione del Viminale, il prefetto Mario Morcone. L’iniziativa si sviluppa in parallelo alla necessità di incrementare con i fatti le espulsioni di chi non abbia titolo per rimanere nel nostro Paese. Si muove...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il prefetto Morcone: «Imporre quote
ai Comuni è il rimedio estremo»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-01-09 23:19:15
Il Prefetto dovrebbe chiarire come e dove mettere questa gente,una volta imposta la quota.Vista la scarsità di soldi a disposizione degli enti locali e strutture compatibili esauste,diventano schiavi delle coop a scopo di lucro.L'unica via è il rimpatrio senza toccare terra italiana,identificazione direttamente in mare.Chi non ha diritto di asilo ritorna con il barcone da dove è partito.Non è razzismo,ma dare un minimo di regole per accogliere in modo umano solo chi ne ha diritto.
2017-01-10 06:27:10
confidenze...di gestore agritur: Mi hanno affibiato vitto ed alloggio di caso problematico.Chissa' quando pagheranno, ma intanto i clienti infastiditi cambiano alloggio. In giro si vedono case ed edifici comunali...che non vengono mai restaurati e riadattati, pure canoniche agibili chiuse...e pure casepopolari con finestre chiuse da decenni, mai assegnate.
2017-01-10 07:15:31
L'imposizione è già una forma di dittatura. Gli ultimi quindici anni di storia italiana, specie dal 2012 al 2016, le istituzioni hanno fatto entrare illegalmente decine di migliaia di stranieri senza chiedere il permesso al popolo italiano sottoforma di un referendum. Una parte li hanno "legalizzati" con le sanatorie. Poi ci sono quelli che gravano tuttora sul contribuente. Fare pressing o qualunque forma di ricatti ai comuni e quindi al cittadino, è la prova inconfutabile che gli italiani vivono sotto dittatura. Chi vuole prendersi l'onore e l'onere di far entrare persone in Italia senza la minima garanzia, se ne deve assumere la responsabilità in prima persona, lo deve fare a spese proprie, altrimenti anche la persona più buona quando esplode....
2017-01-10 08:32:31
Sto prefeto, ma quanti siete sensibili quando si parla d'immigrati il problema, non siete voi, x ora, ma gli extra comunitari.
2017-01-10 12:51:31
... accogliere chi ne ha diritto? qualcuno chiarisca questo diritto o è sufficiente essere imbarcati ( a forza ) sulla taxi marine per acquisirlo.. era diritto pure quello dei vari colombo, amerighi, vaschi ect. di essere ospitati nei vari continenti " scoperti " e se gli indigeni si fossero opposti cosa sarebbero stati forse dei razzisti ?.. o si chiarisce che l'italia ha già il doppio dei commensali possibili e parte dell'europa non sta meglio o con i diritti altrui non si va da nessuna parte...