Domenica 10 Giugno 2018, 15:29

«Il dialetto veneto è vivo e vegeto ma non chiamatelo lingua»

PER APPROFONDIRE: dialetto, dialetto veneto, lingua veneta
Gianna Marcato

di Adriano Favaro

Non esiste una lingua veneta. Lo ripete. E non teme che la accusino ancora di essere negazionista o la chiamino a casa minacciandola. Come fecero anni fa quella della Liga veneta dicendole: comportati bene, tu quelle cose non le deve dire perché i nostri si offendono. Battagliera ma calmissima Gianna Marcato, docente di dialettologia all'Università di Padova, ha lasciato l'insegnamento da poco ma continua la sua testimonianza onorando la memoria del suo insegnante Manlio Cortellazzo. Al primo docente di dialettologia nel Veneto - cattedra istituita nel 1967 la sua allieva dedica il convegno a Sappada, 3-7 luglio, omaggio ai cento anni dalla nascita. 

Giuro che non la minacceremo, ma il dialetto è cultura?
«Se per cultura intendiamo trasmissione orale allora il dialetto è una fetta grossa»
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Il dialetto veneto è vivo e vegeto ma non chiamatelo lingua»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 43 commenti presenti
2018-06-11 19:33:08
Nossignore, nel nord Italia, solo i veneziani parlano il dialetto veneziano, gli altri parlano dialetti diversissimi che non sono e non hanno nulla a che vedere con il veneziano (o veneto qual dir si voglia)…
2018-06-12 00:45:23
Abbi pazienza: Il Gazzettino non permette ancora di inserire disegnini e mappe concettuali nei commenti. Ci provero' ancora una volta e poi basta: Il veneziano e' probabilmente il dialetto del nord italia piu' parlato nel contesto quotidiano. Questo significa che i veneziani parlano il dialetto piu' di chiunque altro nel nord Italia e NON che nel nord Italia in generale si parli veneto o veneziano. Alles klar, Herr Kommissar ?
2018-06-12 08:58:38
Non sono affatto diversissimi. Fanno tutti parte di una comune koinè dialectos, cioè di una matrice linguistica comune. Chiunque parli una qualsiasi variante locale può girare per i territori veneti senza alcun problema di comunicazione.
2018-06-12 11:26:39
Prendo atto che il veneziano e, per esempio, il piemontese, il genovese, il romagnolo "non sono affatto diversissimi". Sono stato ingannato dal fatto che la cartografia ufficiale si ostina a rappresentare il NORD ITALIA con del territorio spurio aggiunto al Veneto, e persino piu' grande di questo... N-O-R-D I-T-A-L-I-A e' c-h-i-a-r-o i-l c-o-n-c-e-t-t-o o n-o ? Ghezb, ghe vol Piero Angea col scuierin pa farve capir calcossa...
2018-06-12 12:15:53
Mi sa che non ha mai sentito parlare un romagnolo nel suo dialetto stretto. Né un genovese, né un piemontese.