Scarcerati i 2 altoatesini che hanno strappato la bandiera: espulsi

PER APPROFONDIRE: bandiera, italiani, thailandia
Scarcerati i 2 altoatesini che hanno strappato la bandiera: espulsi
BOLZANO - Sono stati scarcerati i due giovani italiani arrestati in Thailandia per aver avere strappato alcune bandiere nazionali. Tobias Gamper e Ian Gerstgrasser sono stati processati stamani e condannati ad una pena pecuniaria. Come ha riferito il senatore Svp Karl Zeller, che è in contatto con la Farnesina, i due ragazzi sono ancora sotto sorveglianza della polizia. Si sta predisponendo il loro trasferimento nella capitale Bangkok, da dove saranno espulsi.

«Spero che la vicenda conclusasi felicemente dei due giovani altoatesini arrestati ed ora liberati in Thailandia sia per loro un ammonimento ad attuare comportamenti consoni, non soltanto all'estero ma anche a casa loro». Lo ha detto il governatore altoatesino Arno Kompatscher. Kompatscher ha ricordato di essere stato in stretto contatto con la Farnesina, da dove già ieri era trapelata l'ipotesi di una felice conclusione della vicenda. Quanto accaduto, ha commentato ancora Kompatscher, dovrà essere anche un utile insegnamento sui danni che provoca l'abuso di alcool.

Sulle polemiche politiche seguite ad un'affermazione dei ragazzi, secondo i quali in Italia alla bandiera sarebbe attribuito un significato diverso che non in Thailandia, Kompatscher ha invitato a considerare che quanto detto è stato detto da due ragazzi: «Alle loro affermazioni, credo, non va attribuito alcun significato di carattere politico», ha affermato. Rispondendo ad un cronista, che gli chiedeva se il gesto dei ragazzi in Thailandia sia da porre in relazione con la propaganda contro il tricolore attuata dai separatisti come ad esempio Eva Klotz, il governatore ha risposto: «Un conto sono gli obiettivi politici che ognuno può avere, un conto sono i mezzi usati per perseguirli. Questi ultimi non debbono essere volti a ferire i sentimenti di una parte della cittadinanza».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 10 Gennaio 2017, 12:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Scarcerati i 2 altoatesini che hanno strappato la bandiera: espulsi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2017-01-12 20:33:01
@ Ellen_BZ. Anche in Italia esiste il reato di "vilipendio alla bandiera". Purtroppo io credo che chi è abituato a non "riconoscere" una bandiera come propria (in Val Pusteria e valli limitrofe non c'è un paese e dico neanche uno che assieme al vessillo del Sudtirol e alla bandiera europea, esponga la bandiera italiana) si comporti in questo modo con le bandiere degli altri Paesi. E questa non è cattiveria verso l'Alto Adige è pura constatazione dei fatti!
2017-01-12 18:52:04
Vi scrivo da altoatesina... prima di tutto vorrei dire che resto allibita dalla vera e pura cattiveria che si sta scatenando verso l'Alto Adige. Secondo me è ugualmente da ignoranti giudicare un popolo per uno sbaglio che hanno commesso due ragazzini. Non hanno espressamente detto che per loro la bandiera ITALIANA non è importante. Intendevano forse che in Europa non ti mettono in galera per una cosa così. Sbagliando, lo so. Hanno chiesto scusa? Si! Basta!!! Certi commenti sono così velenosi nei nostri confronti che mi viene da star male. meriterebbero la galera chi di "reati" in Thailandia ne fa davvero..........
2017-01-12 18:02:32
Ma perchè gli altri quotidiani scrivono che i due sono ancora in carcere in attesa di espulsione?
2017-01-12 16:28:28
X austin.joanne: indagini zelanti di tal tipo potrebbero portare a sgradevoli sorprese, per chi pensa che le genti di lingua tedesca siano immuni dal problema.
2017-01-11 10:21:09
Quando arrivano subito un PGR al piu vicino santuario , in quei paesi di solito non scherzano