Ex popolari venete: «Indagini partite da segnalazioni della Banca d'Italia»

Ex popolari venete: «Indagini partite  da segnalazioni della Banca d'Italia»
«Le indagini giudiziarie oggi in corso sulle due banche venete  - Popolare di Vicenza e Veneto Banca - hanno preso l'avvio da segnalazioni della Banca d'Italia». Lo afferma l'istituto centrale in undocumento di "domande e risposte" sulla vicenda.

Per Veneto Banca, si sottolinea «i primi segnali di scadimento della situazione tecnica vennero da accertamenti ispettivi condotti nel 2013 dalla Banca d'Italia. Le maggiori perdite allora riscontrate non erano tali da compromettere il rispetto dei requisiti minimi patrimoniali; non ricorrevano le condizioni previste dal Testo unico bancario per commissariare la banca». Quindi la Banca d'Italia ricorda come «la vigilanza richiese l'integrale ricambio degli organi sociali e di controllo e l'avvio di un processo di integrazione, da realizzare nel più breve tempo possibile, con altro intermediario di adeguato standing». Il cda affidò la ricerca a un advisor, che selezionò allo scopo tre banche italiane (tra cui BPV) e tre banche estere. Il successivo sondaggio dell' advisor ebbe esito negativo
».

Anche nel caso della Banca Popolare di Vicenza, spiega il documento «non ricorrevano i presupposti del commissariamento; i primi segnali di irregolarità amministrative emersero nel 2014, quando - sulla base di evidenze cartolari - si riscontrò che la banca acquistava azioni proprie senza aver prima chiesto l'autorizzazione alla Vigilanza. La Banca d'Italia, in vista del passaggio al meccanismo di vigilanza unica europea e d'intesa con le nuove strutture europee di vigilanza inserì, tra gli obiettivi di un'ispezione programmata per l'inizio del 2015, l'analisi dell'operatività in azioni proprie della banca vicentina. Dall'ispezione emerse che il fenomeno delle "azioni finanziate" aveva dimensioni importanti (circa 900 milioni) ed era in gran parte riferibile al biennio 2013/2014. L'irregolarità è stata quindi scoperta a ridosso del momento in cui è stata perpetrata».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 12 Luglio 2017, 13:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ex popolari venete: «Indagini partite da segnalazioni della Banca d'Italia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-07-12 20:34:08
HAHAHAHHAHA ... SI SI COME NO !
2017-07-12 19:26:32
Peccato che sia andata viceversa. La banca europea ha bocciato i bilanci che fino all'anno precedente erano stati sempre approvati dalla Banca d'Italia. Dai giornalisti informatevi prima di scrivere!
2017-07-12 18:46:08
Lasciate perdere valà con le vostre ispezioni... piuttosto convocare prima ed in tempo gli ex vertici per chiedere lumi su come stavano operando? Il vostro mi sembra un dormire ben studiato... come dormiva la classe politica che dirige male questa regione allo sbando.
2017-07-12 15:56:54
Si si...Come no...
2017-07-12 15:21:57
Indagini partite dalla banca d'italia ? Lentini, lentini però. Ci rendiamo conto che sono passati anni prima di agire? A mio giudizio e' grave e i responsabili dovrebbero essere indagati al pari degli ex vertici.