Adunata degli Alpini, già arrivate 60mila persone: pronti alla festosa invasione

PER APPROFONDIRE: adunata degli alpini, trento
Adunata degli Alpini, già arrivate 60mila persone: pronti alla festosa invasione
TRENTO - Sono circa 60.000 le persone "censite"  a Trento nel primo pomeriggio di oggi dal Comitato organizzatore dell'Adunata nazionale degli alpini, in programma fino a domenica 13 maggio. Al momento non vengono segnalate situazioni critiche, informa la sala operativa provinciale della protezione civile, che coordina la gestione dell'evento. La giornata di oggi è servita per le ultime verifiche tecniche e organizzative ai presidi medici avanzati, compresi gli ospedali da campo di Ana e Protezione civile, così come ai varchi alla zona arancione che da stamane sono tutti presidiati.

Alla stazione ferroviaria si è iniziato a disciplinare afflussi e deflussi, e dalle ore 12 di domani entrerà in attività il Centro operativo Fs, mentre sull'A22 si segnala un aumento di traffico nella misura di un 5-6% in più sulla carreggiata sud. Anche il sistema delle telecomunicazioni è stato ormai completamente tarato per assicurare in ogni momento i contatti tra le numerose componenti dell'organizzazione dell'Adunata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 10 Maggio 2018, 19:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Adunata degli Alpini, già arrivate 60mila persone: pronti alla festosa invasione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-05-15 02:19:17
Viva Cecco Beppe.
2018-05-15 02:15:50
Saranno anche festosi gli alpini ma mi sa che lo siano poco i Trentini. A quando l'adunata nazionale a Bolzano a ricordare agli Altoatesini che li abbiamo sconfitti ed occupati?.
2018-05-12 10:52:02
Grandi Alpini! da ex caporal maggiore mfp:)
2018-05-11 06:46:33
Scommetto che le fanfare proporranno sempre le stesse 3 o 4 composizioni..che poi riverberanno nelle meningi dei cittadini per giorni e giorni, mentre per i partecipanti sono...a vita. Personalmente a distanza di decenni mi ricordo l'inno del Reggimento,( modestamente suonato dal vivo da banda di professionisti per le manovre di addestramento formale giornaliero mattutino)..Per vedere come si regola la diottra di mira e come si smonta il Garand, lezioni allora proposte velocemente da un caporale svogliato , meno male che c'e'ora il web con filmati didattici. Quando si vedono i terroristi che sventagliano senza risparmio interi nastri, a noi ex viene invidia.Solo un caricatore...l'eccellenza riservata ai corpi di elite.Di positivissimo tanti amici di tutte le regioni, che almeno gli Alpini potrebbero ritrovare.Poi...la Protezione Civile Benemerita. Ho consigliato ad un congedato Alpino,de ibattaglioni speciali: "Iscriviti alla tua associazione, vedrai che da una cosa ne nasce un'altra, poi potresti far carriera, sei pure laureato, hai un fisicaccio, ti salta fuori un posto di lavoro.."Invece Njet, peccato per Lui."Dice di aver ricevuto addestramento non adeguato alle sue aspettative,tante marce appesantito e montaggio tende.Si apspettava piu'montagna tosta.Passaci sopra, il bello e' dopo..se partecipi..
2018-05-10 20:31:52
per un Trentino Italiano senza autonomia uguale a tutte le altre Regioni!... W l'Italia!...