Domenica 17 Febbraio 2019, 12:58

Automobilisti che sfrecciano, sulle strade a rischio arrivano i velo ok

PER APPROFONDIRE: pordenone, velo ok
Automobilisti che sfrecciano, sulle strade a rischio arrivano i velo ok

di Alberto Comisso

PORDENONE - I velo ok arrivano anche a Pordenone. I contenitori arancioni, in grado di ospitare al loro interno un rilevatore di velocità, saranno una dozzina e verranno installati sulla base di uno studio globale che ha tenuto conto di alcuni fattori: incidentalità, intensità di traffico, segnalazioni ed esposti dei cittadini, riscontri provenienti dai servizi effettuati dalla polizia locale oppure dai carabinieri e dalla polizia. Controllare la velocità è diventata sempre più un'esigenza. «Tra le diverse cause degli incidenti - afferma Stefano Rossi, comandante della polizia locale di Pordenone e Cordenons - la velocità è il fattore più rilevante per la sicurezza stradale. Non solo perché può essere causa esclusiva di incidente ma perché spesso vi concorre e, sempre, ne aggrava le conseguenze». 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Automobilisti che sfrecciano, sulle strade a rischio arrivano i velo ok
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-02-23 18:25:58
.....ma non solo per bellezza.......!
2019-02-20 09:34:24
Della serie, dare l'aspirina al malato di cancro! Ma le strade le guardate mai? Sono quelle del dopoguerra! Se non prima! Strette, senza banchina di emergenza, gli ultimi geni di assessori regionali, provinciali e comunali alla viabilità le hanno strette ancora di più con piste ciclabili che sono un insulto, buche, tratti ciechi perché la vegetazione negli anni è cresciuta incontrastata, con fossati che limitano le manovre.....In sintesi i mezzi che circolano si sono evoluti ma le strade no....
2019-02-18 08:26:44
Non fate strade, non fate super strade ed autostrade e nemmeno nuovi parcheggi, ma installate migliaia di autovelox per ? Il "per" e chiaro, visto che la maggior parte degli incidenti sono dovuti alla distrazione e non alla velocita. Ma per colpire la distrazione servono controlli sulla strada e non bastano colonnine qua e la.
2019-02-18 13:25:58
Aggiungo anche il mancato rispetto della distanza di sicurezza, vera croce soprattutto sulle strade extraurbane e sulle autostrade
2019-02-20 20:35:24
E diciamocela tutta, invece di limitarci alle mezze verità. Se la maggior parte degli incidenti è dovuta alla distrazione, perchè non dire che gli incidenti più gravi sono causati dall'alte velocità?