Dove mi sposo? Il grande giorno del «sì» in uno dei teatri più piccoli del mondo

Dove mi sposo? Il grande giorno del «sì» in uno dei teatri più piccoli del mondo

di Paola Treppo

ALVASONE ARZENE (Pordenone) - Dove mi sposo? Nel borgo delle spose. E scelgo la Casa Comunale nello storico borgo di Valvasone che non solo mi accompagna in un viaggio nel tempo, dal medioevo all'Ottocento, ma mi permette di dire «sì» in uno dei luoghi più suggestivi di questo borgo, uno dei più belli del Friuli e d’Italia. La location per il giorno più emozionante è quella del piccolo teatro inglobato nel romantico complesso fortificato: è uno dei dieci teatri più piccoli del mondo, un luogo intimo, completamente ristrutturato per volontà dell'amministrazione comunale.
 
 


Risale al 1791
Non è un teatrino ma un piccolo teatro perché è organizzato e attrezzato come i teatri più grandi. Sono che è mignon ed è per questo che, da quando il Municipio di Valvasone Arzene, lo scorso febbraio, lo ha aperto al pubblico per la celebrazione dei matrimoni, sono piovute numerose richieste di coppie che vogliono coronare il loro sogno d'amore in un ambiente intimo, unico, ricco di storia. Il piccolo teatro risale al 1791 ed è stati ricavato all'interno di una parte del castello di epoca tardo cinquecentesca.

​I versi del poeta Erasmo di Valvason
Lo spazio è decorato con un grazioso fregio caratterizzato da putti: le figurazioni sono di ispirazione classica e fanno riferimento anche ai versi del celebre poeta Erasmo di Valvason, vissuto nel 1500. «Sono in particolare le coppie che si sposano in seconde nozze a scegliere il piccolo teatro per il loro matrimonio - spiega il sindaco, Markus Maurmair -; del resto è uno spazio intimo, raccolto, dove si respira la storia del nostro comune. Per agevolare gli sposi non metto orari né giorni fissi, e questo è un aspetto molto gradito».

Giardini da favola e cantine per i banchetti 
Da inizio anno sono una decina le coppie che hanno pronunciato il fatidico «sì» questo ambiente tanto singolare, tutto di proprietà pubblica. E c'è anche la possibilità, nei giorni di bel tempo, di sfruttare il giardino esterno per un rinfresco o per le nozze stesse; mentre gli interni di alcune stanze annesse, con soffitti a volta, si usano per i banchetti.

La splendida sala degli affreschi 
Da quando è stato ristrutturato e implementato con alcune parti che mancavano, messe in vendita in passato sul mercato antiquario e ricostruite con gran rigore filologico, il piccolo teatro viene usato anche per spettacoli ed eventi. «Una grande opportunità di sviluppo per Valvasone Arzene» dice Maurmair: «E non dimentichiamo la Sala Affreschi, locale annesso al teatro, con meravigliose decorazioni figurative e geometriche». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 14 Novembre 2017, 10:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Dove mi sposo? Il grande giorno del «sì» in uno dei teatri più piccoli del mondo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-11-15 10:15:25
Non sapevo di questo gioiellino di teatro. Hanno fatto bene a recuperarlo e utilizzarlo. I beni culturali devono vivere e non essere musealizzati in naftalina. Mi piacerebbe andarlo a vedere di persona, fatelo anche voi se potete !
2017-11-14 14:50:46
Il matrimonio sempre piu' come un set cinematografico dove allestire patetiche sceneggiate. Mah.