Eroina e cocaina ai ragazzini: sgominata banda di richiedenti asilo

la conferenza stampa
PORDENONE - In corso dalle prime ore di questa mattina una vasta operazione della Polizia di Stato di Pordenone che sta eseguendo arresti e perquisizioni, nei confronti dei presunti componenti, tutti giovani richiedenti asilo, di un pericoloso gruppo criminale accusato di essere dedito allo spaccio di eroina, cocaina ed hashish nel centro di Pordenone e nei pressi dei parchi cittadini. Sono tre i provvedimenti restrittivi in carcere, disposti dall'autorità giudiziaria pordenonese, nei confronti di due cittadini pakistani e un bengalese. Altri due provvedimenti cautelari riguardano un nigeriano e una ragazza italiana.

La polizia ha accertato varie centinaia di episodi di spaccio di giorno e nelle piazze cittadine: la droga veniva ceduta anche a giovanissimi assuntori. Gli indagati, alcuni gravati da precedenti specifici, tutti disoccupati, avevano secondo le indagini due canali di rifornimento di eroina e cocaina «fidelizzati», che sono stati localizzati a Milano e Mestre. Secondo quanto è stato accertato dagli investigatori, sarebbero di decine di migliaia di euro gli introiti che il gruppo criminale si assicurava dallo spaccio della droga. Le indagini, coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, sono state svolte dalla Squadra Mobile della Questura di Pordenone che sta eseguendo le operazioni con l'ausilio di equipaggi Reparto Prevenzione Crimine di Padova, unità cinofile della Polizia di Stato e l'elicottero del X Reparto Volo di Venezia. I dettagli dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa indetta per le 10.30 dal Questore di Pordenone Marco Odorisio.
 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 13 Marzo 2019, 08:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Eroina e cocaina ai ragazzini: sgominata banda di richiedenti asilo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 109 commenti presenti
2019-03-14 18:41:41
... i responsabili sono tutti quelli che a vario titolo hanno partecipato favorito non ostacolato l'invasione.. numerali tutti ci vorrebbero tre pagine.. si può iniziare dai caronti di linea che invece di difendere confini fanno de dame di carità ( si è pure visto che la carità non c'entra )..
2019-03-14 13:03:44
Il numero di dislike ricevuti ad un mio precedente messaggio mi induce sempre di piu' a pensare come la demonizzazione dello straniero, spesso originata da inequivocabili evidenze, faccia perdere di vista il problema originale: gli italiani, anche e soprattutto giovanissimi, cercano la droga. Non vi rendete conto che alla base ci sono grosse organizzazioni criminali, mafie varie, italiane e non, per le quali una manovalanza della distribuzione vale l'altra? E che e' solo disinnescando la domanda che si elimina l'offerta? Questo accade quando si commentano i fatti di cronaca focalizzandosi sul dettaglio, anziche' analizzare i problemi piu' in profondita'. Vai col pollice verso, superficiale!
2019-03-14 17:34:01
eccolo qua, come volevasi dimostrare dal mio precedente commento, la colpa e' degli italiani che comprano. Parlando cosi' equivale a dire che se una viene violentata e' perche' si e' vestita con la minigonna.
2019-03-15 13:48:15
Complimenti! Non riuscirei ad immaginare un paragone piu' inappropriato!
2019-03-14 09:18:33
Ma i famosi 500.000 che Salvini aveva promesso di rimpatriare? restiamo in fiduciosa attesa.