Rivelazione choc del "mostro del Circeo": «Rossella rapita in Cadore e uccisa sul Trasimeno»

«Rossella rapita in Cadore e uccisa
dalla mia banda sul lago Trasimeno»

di Redazione Online

BELLUNO/SAN VITO - Il massacro del Circeo è arrivato fino al Bellunese: gli autori di stupri e violenze bestiali nel Lazio avrebbero rapito e ucciso anche  Rossella Corazzin, la ragazza pordenonese di San Vito al Tagliamento sparita il 21 agosto 1975 dai boschi di Tai di Cadore mentre era in vacanza. Aveva solo 17 anni e per anni ci si è interrogati sulla misteriosa scomparsa. Il papà morì di crepacuore alcuni anni dopo, la mamma  (Elisanna) nel 2008 senza mai sapere che cosa fosse successo alla figlia.
 
 

A gettare  una nuova luce su quanto  accaduto alla giovane è Angelo Izzo, uno degli assassini del Circeo, che sta scontando due ergastoli nel carcere di Velletri. Il detenuto ha raccontato alla Procura la sua verità su Rossella Corazzin. La minore, scelta secondo Izzo perché era vergine, fu seguita dalla banda di criminali romani in vacanza in Cadore, sarebbe poi stata sequestrata e portata sul lago Trasimeno (Perugia). Lì sarebbe stata violentata dal branco di 10 uomini e uccisa. Il fascicolo con le dichiarazioni di Izzo è finito sul tavolo del procuratore Paolo Luca. Ma di fattp è solo transitato in Procura a Belluno, trasmesso poi a Perugia per competenza.

I particolari sul Gazzettino in edicola il 26 maggio
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 25 Maggio 2018, 13:24






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rivelazione choc del "mostro del Circeo": «Rossella rapita in Cadore e uccisa sul Trasimeno»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2018-05-28 22:09:12
Esilarante: per errore mi è partita una serie di lettere digitate accidentalmente le quali hanno passato il filtro redazionale (www1l). 4 ineffabili hanno provveduto a postare un pollice verso. Sarei curioso di apprenderne la motivazione. Siete troppo forti!
2018-05-27 12:10:23
Se ha parlato accusando se stesso (tanto ergastolo piu' ergastolo meno)un motivo ci sara'.Forse pretende che qualcuno dei 10 compari , ancora vivente, paghi il suo silenzio...gli faccia avere in carcere a vita, almeno viveri di conforto.... ostriche e champagne...o anche trippa o baccala'.Tanto per variare il vitto che passa il convento.
2018-05-27 11:27:33
Angelo Izzo non uscira' mai piu' di galera. Ha due ergastoli sul groppone, e i giudici che gli hanno concesso la semiliberta' nel 2004 sono stati condannati. E Giovanni Guido???? Uscito per buonissima condotta e "superpentimento", nonostante fosse scappato due volte dall'arresto e latitante a Panama per molti anni! Secondo me l'uscita di Izzo sul delitto di Rossella non va archiviata come non attendibile come invece vorrebbe sostenere l'avvocato dei Guido. Che Izzo faccia tutti e 10 i nomi, non solo Ghira e Guido. Storia di picchiatori neofascisti di destra degli anna 70, schegge impazzite dell'alta borghesia romana. Trattati troppo bene dalle istituzioni corrotte.
2018-05-26 06:07:28
Delitto De Cia nel Primiero:eliminati dall'archivio prove giudiziarie reperti che oggi sarebbero indagabili con il test DNA. Un probabile colpevole , di cui si sussurrava, ormai la fara' franca, se e' per caso rimasto vivo..Figuriamoci per questo altro delitto... Purtroppo passano film o romanzi truculenti che insegnano ...a come eliminare le prove.
2018-05-26 00:54:46
Angelo Izzo, ricordatevi questo nome quando qualche parruccone tornera' in televisione a raccontarci la solita storiella, che per "recuperare" i delinquenti bisogna farli uscire presto... Uno dei mostri del Circeo, ottenne la semiliberta'... e uccise altre due donne.