Pubblica l'annuncio: «Regalo famigliola di daini», ma gli animalisti insorgono

PER APPROFONDIRE: animali, animalisti, daini, meta, subito.it
Pubblica l'annuncio: «Regalo famigliola di daini», ma gli animalisti insorgono

di Marco Agrusti

Un'intera famigliola di daini in regalo ad Anduins, in comune di Vito d'Asio. L'iniziativa è firmata dal Meta, il Movimento etico per la tutela degli animali e dell'ambiente di Pordenone. Gli attivisti hanno puntato il dito contro un annuncio, comparso con tanto di foto, e sul portale di vendita e scambio online "Subito.it": «Regalo famiglia di daini» si leggeva nello stringato messaggio che componeva l'annuncio. Ecco poi i dettagli: "Gli animali non hanno il microchip perché sono a scopo amatoriale - scriveva l'inserzionista - e li regalo in quanto non ho più intenzione di effettuare la manutenzione del recinto".

Si tratta di una femmina di 8 anni, di un maschio di 5 e di un cucciolo di appena tre mesi: la famigliola di daini vive attualmente in un'area boschiva recintata delle Prealpi pordenonesi. Ma qual è concretamente il motivo della protesta del Meta? Gli animali non sono oggetto di una tratta, né emergono segni di maltrattamento. Eppure il pomo della discordia c'è e gli animalisti sono intenzionati a non lasciar cadere la vicenda nel nulla. «Le vite degli animali - spiegano infatti dai vertici dell'associazione ambientalista, già attiva in altre battaglie su tutto il territorio - non sono oggetti e i daini non sono classificabili come bestie da compagnia o d'affezione. Dovrebbero semplicemente rimanere in uno stato di assoluta libertà e non recintati. Vogliamo capire chi li detiene in questo momento e che fine rischiano di fare dopo l'annuncio comparso su internet».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 12 Settembre 2017, 05:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pubblica l'annuncio: «Regalo famigliola di daini», ma gli animalisti insorgono
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2017-09-19 20:50:49
Lasciamo il caso alle autorità competenti, comunque faccio notare che il proprietario di questi animali li dona, pensate allo scandalo se li avesse anche venduti magari ad uno zoo o simile... Ma le priorità di un animalista sono davvero queste?
2017-09-13 20:25:07
perchè non li liberano dove ci sono i lupi? in fin dei conti non è quello che vogliono gli animalisti perdigiorno?
2017-09-13 10:25:42
i talebani del nulla. Invece di encomiare questo signore che avrebbe potuto venderli ad un macellaio, si preoccupano di denunciarlo. Così, per partito preso, per non perdere l'abitudine
2017-09-13 09:44:16
La domanda è: perchè questi daini sono in cattività? penso ci sia in origine un motivo serio, altrimenti sarebbe una cosa contro natura. Il fatto (se è vero) che vengano regalati unicamente per la lagnosia di fare manutenzione al recinto la dice lunga su che tipo di gente li deteneva. Per cui, mi pare che la protesta degli "animalisti" abbia qualche fondamento, anche se dà fastidio a qualche commentatore.
2017-09-13 11:06:51
se si tratta di un recinto di qualche centinaio di metri o magari qualche km, sono stati anche troppo bravi fin'ora. Forse poteva essere un vezzo detenere i daini, forse, ma allora tanti animali vengono costretti in gabbia o sul divano per vezzo personale ..