Notaio non più indispensabile nella negoziazione assistita: fanno tutto gli avvocati

Notaio non più indispensabile nella negoziazione assistita: fanno tutto gli avvocati
PORDENONE - Per la prima volta in Italia, il Tribunale di Pordenone ha accolto il ricorso di due legali che hanno chiesto l'autorizzazione alla trascrizione nei registri immobiliari di un passaggio di proprietà nell'ambito di una pratica di negoziazione assistita tra due coniugi in fase di separazione. Il provvedimento, giudicato "epocale", estromette di fatto la figura del notaio, non più indispensabile per questi atti. A redigere il ricorso sono state le avvocatesse Maria Antonia Pili e Graziella Cantiello, entrambe dell'Aiaf.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 18 Marzo 2017, 11:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Notaio non più indispensabile nella negoziazione assistita: fanno tutto gli avvocati
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-03-19 18:55:24
ci saranno lamenele e piagnistei per tutti quei milioni che non riescono più ad intascare. è come per il passaggio di propriretà di un veicolo che, fino ad u n decennio fa, era necessaria la "presenza" (quando mai?) del notaio e che per tale lavoretto ti chiedeva 50/80.000 lire di compenso (senza ocntare i veri costi di trascrizione, ecc.)
2017-03-19 11:54:55
Chissà se gli avvocati si faranno pagare meno dei notai. Un òmo in man de l’avocàto xe cóme el sórze in bóca al gàto.
2017-03-19 09:24:23
Grandi!!! Speriamo sia solo l'inizio per una professione che esiste solo in Italia che foraggia lautamente una casta e può essere benissimo eliminata con firme semplicemente davanti ad un pubblico ufficiale o come in questo caso, inserita in un atto