Truffati con la finta miniera di diamanti in Africa: condanna bis

Truffati con la finta miniera di diamanti in Africa: condanna bis

di Cristina Antonutti

PORDENONE - Truffati undici anni fa con la finta miniera dei diamanti nella Repubblica Centrafricana, ieri 150 risparmiatori, tra cui 22 pordenonesi, hanno fatto un altro passo avanti verso il risarcimento dei danni. La Corte d'appello di Trento ha confermato condanne e risarcimenti in sede civile. 

La vicenda risale al 2005/06. In poco tempo furono bruciati circa 18 milioni di euro e anche a Pordenone decine di persone investirono i propri risparmi nell'agenzia di via Mazzini, dove la società Eurogest (poi diventata E-Forex e poi ancora North Wind) aveva la sua sede. Delle 250 vittime, ben 150 si sono costituite parte civile al processo chiedendo risarcimenti per complessivi 10 milioni di euro. A tutelare i 22 pordenonesi, che hanno perso circa 2 milioni di euro, c'è l'avvocato Andrea Cabibbo. Il caso andrà sicuramente in Cassazione, ma dopo la sentenza pronunciata ieri in Appello, la speranza di recuperare i propri risparmi si fa sempre più concreta.

Anche in secondo grado sono stati condannati i quattro manager della società accusati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Sei anni di reclusione sono stati confermati per Claudio De Giorgi, 54 anni, di Novate Mezzola (Sondrio) e Raulo Giovannoni (52) di Pisa; tre annio per Gianpietro Magagni (67) e Ruggero Dalla Serra (67) di Trento. Per tutti e quattro sono previste anche le pene interdittive. In primo grado erano stati assolti per insufficienza di prove altri due imputati. Altre posizioni si erano chiuse con riti alternativi, mentre colui che era stato indicato dalla Procura di Trento come uno degli ideatori della truffa era stato trovato morto nel 2013 sotto un ponte a Lavis. Dieci anni fa molti pordenonesi furono invitati alle serate promozionali organizzate per convincere i risparmiatori a investire nella miniera di diamanti africana
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Maggio 2017, 16:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Truffati con la finta miniera di diamanti in Africa: condanna bis
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-05-18 13:07:21
Sicuramente in mezzo ai truffati c'è gente che se gli chiedevi di pagarti il caffè ti prendevano a male parole, ma quando si è trattato di devolvere tutte le loro sostanze in investimenti alla Gambadilegno o alla Banda Bassotti, distanti migliaia di chilometri e con foto pescate da Internet, non hanno battuto ciglio.
2017-05-17 18:50:08
North Wind - vento del nord. Sondrio, Pisa e Trento, possibile che non ci sia un moldavo o un romeno?? A chi diamo la colpa??
2017-05-17 17:14:33
@@ Oh mica solo '' Padane'',anche il '' tuo'' presidente Valery Giscard d'Estaing se ne intendeva di miniere ( quelle di Bokassa) .
2017-05-17 16:52:57
Miniere padane....hahahahahaahahahahaha....segna enrico,segna....ciao.
2017-05-17 16:25:21
C'è ancora chi crede nei diamanti dell'Africa???