Boato causato da un F16 di Aviano, si muove il ministro della Difesa

PER APPROFONDIRE: aviano, f16, roberta pinotti, valbelluna
Boato causato da un F16 di Aviano,  si muove il ministro della Difesa
PORDENONE - «Su mia segnalazione il Ministro della difesa Roberta Pinotti si è già attivata per chiedere verifiche e maggiori tutele in riferimento ai boati che nuovamente nella serata di ieri hanno scosso la Valbelluna. Pinotti mi ha confermato di aver già parlato con il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica e attivato un'informativa con cui presenta formale richiesta di procedere con i dovuti accertamenti relativi al presunto, ma di fatto ormai noto, superamento della barriera del suono da parte di F16 della base militare di Aviano. Il Ministro Pinotti mi conferma la sua intenzione a vigilare su questi episodi che ormai da anni flagellano la vita e la serenità della vallata». A dirlo, in una nota, la senatrice Raffaela Bellot. La parlamentare tosiana da più di un anno sollecita il Governo a cercare una soluzione definitiva al problema.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Gennaio 2017, 12:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Boato causato da un F16 di Aviano, si muove il ministro della Difesa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2017-01-13 18:19:54
Quante storie! E' successo lo stesso oggi 13 gennaio alle 16.00 a Marsiglia (un aereo Rafale) senza tante storie ...
2017-01-13 16:58:18
E chissenefrega se fa parte del loro addestramento volare a bassa quota! Che lo vadano a fare nel deserto del Sahara e non sopra le nostre teste!... Infine, per rammentare quali rischi corriamo con questi “top gun” che volano sopra le nostre teste, ricordo quanto disse il Generale Michael Delong, capo della Investigation Board statunitense e portavoce del comando generale dei Marines nel settore atlantico, in occasione della mai dimenticata strage del Cermis: L'aereo volava troppo veloce e al di sotto dell'altitudine minima autorizzata per quel volo. N.B.: per aereo si intende quello che tranciò i cavi della Funivia del Cermis causando VENTI morti!
2017-01-13 15:02:55
Lilium. Gli aviatori militari NON volano PER GIOCO a bassa quota. Lo fanno perché fa parte del loro addestramento. Nelle missioni d'attacco, volare radendo il suolo vuol dire passare sotto i radar nemici ed essere in grado di completare la missione senza essere abbattuti. Come gia' detto, se uno Stato NON vuole avere aerei militari stranieri nei propri cieli basta espellerli. Se poi vuole avere lo stesso livello di difesa che questi aerei gli garantiscono basta SPENDERE per acquistare mezzi nazionali.
2017-01-13 12:16:51
Lilium: se leggessi il suo commento senza essere stato testimone diretto del botto penserei che lei stia parlando di un teatro di guerra. Se questa tremarella viene a tutta la popolazione per un petardo non siamo una nazione ma un branco di pecorelle tremolanti. Auguro a lei che i problemi in vita si limitino a fatti così. Io al contrario mi vergogno sia di un ministro che fa la voce grossa (e solo quella) per le sciocchezze sia di chi intasa il 113 118 112 la guardia nazionale, la croce rossa e l'ente spaventati dai petardi per una cosa del genere. Pensi solo se qualcuno avesse avuto un reale problema in quei miniti, avrebbe trovato linee occupate. Coraggio, su.
2017-01-13 11:08:22
@Nolgirra io toglierei quel "forse" Signore perchè noi contia o quanto la vecia de spade nel mondo. Ciò che dice Lei non lo escludo invece,proprio per niente,perché il teatro internazionale sta mutando più velocemente del solito e coloro che riteniamo oggii "risolutori" (parlo della Russia) potrebbero essere i padroni di domani. Rimane che cambiando i padroni sempre ca i restiamo noi.