Alessandra a Los Angeles unisce design e cucina con il "saor project"

Alessandra Manias con Zago e Simionato

di Marco Agrusti

PORDENONE - Da Cordenons a Los Angeles, dieci ore di fuso orario e una valigia fatta di speranze e nostalgia. I due ingredienti, però, non sempre danno la ricetta per tornare. La protagonista è la cordenonese Alessandra Manias, 37enne che tre anni fa ha scelto di fare i bagagli e partire. Nella grande metropoli degli Stati Uniti Alessandra ha realizzato un sogno: unire design e cucina italiana in un singolo progetto che sta spopolando nel cuore della costa ovest americana. Si chiama Saor project. Il progetto è curato anche dal marito di Alessandra, il pordenonese Gianluca Zago, e dallo chef padovano Christian Simionato. Non c'è un ristorante vero e proprio nel quale andare a mangiare, ma un'abitazione di proprietà degli stessi inventori del progetto. Ed è lì che tramite una prenotazione i gruppi (si va dalle quattro alle dieci persone, in media) possono sedersi a tavola e gustare i prodotti tipici (prevalentemente veneti e friulani) proposti da Alessandra, Gianluca e Christian...
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 11 Gennaio 2017, 10:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Alessandra a Los Angeles unisce design e cucina con il "saor project"
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-01-12 11:59:13
Pane e olive ma a casa mia:in Italia, nonostante tutto.
2017-01-12 09:22:55
Toh, c'è anche uno chef euganeo, complimenti!