Lunedì 11 Febbraio 2019, 10:54

La disperazione: «Comune assente, le case qui non valgono più nulla»

PER APPROFONDIRE: immigrazione, padova, via altichieri
La disperazione: «Comune assente, le case qui non valgono più nulla»
PADOVA-  Impressionati ma non stupiti dall'accaduto residenti nel condominio e gli altri vicini di casa. «Il sindaco è venuto alcune volte a vedere la situazione, aveva promesso un'assemblea con i condomini ma non è cambiato nulla - dice un uomo che vive nella stessa strada dell'omicidio -. Abbiamo cercato di sistemare a spese nostre il palazzo, abbiamo realizzato gli impianti di riscaldamento autonomi, abbiamo anche risistemato per quanto possibile i corridoi. Io ho comperato per 87 mila euro l'appartamento quando era una zona tranquilla, devo pagare un mutuo per altri 20 anni e non posso vendere, nessuno compra oppure mi offrono quasi nulla. Negli anni sono state fatte tante segnalazioni al Comune ma niente è cambiato». «La sera si chiudeva il cancello con il lucchetto, abbiamo messo un faro all'ingresso che lampeggiava - aggiunge un altro condomino - ma il mattino dopo si trovava il lucchetto scassinato, il cancello spalancato e gli pneumatici delle auto in sosta tagliati affinché rimanesse sempre aperto».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La disperazione: «Comune assente, le case qui non valgono più nulla»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-02-12 18:34:08
Non solo all'Arcella il valore delle abitazioni è crollato per la presenza di molti stranieri. In comune di Rubàno è la stessa cosa. Sciami provenienti dall'est Europa stanno invadendo il territorio e intere strade sono in mano loro. i poveri abitanti italiani, si devono adeguare ai loro usi e costumi, altro che integrazione!! E a Rubàno non c'è solo PD in giunta.
2019-02-12 08:01:25
Non frequento il quartiere Arcella dove non ho interessi personali nè professionali. Ma in anni lontanissimi ero sempre lì, dove abitavano compagni di liceo ed amici. Segnatamente trascorrevamo i pomeriggi nel patronato di San Bellino a giocare a ping pong... Era un bel quartiere tranquillo. Bivaccavamo poi in una latteria/gelateria del posto. Ora un mio giovane familiare mi chiede di accompagnarlo lì dal suo insegnante di ripetizione. Lo porto e lo vado a prendere all'uscita. Arrivo un quarto d'ora prima e lo aspetto in auto. Tardo pomeriggio. Mi basta questo breve lasso di tempo per convincermi a chiudermi in macchina e a preoccuparmi perchè il crick è nel cofano ovviamente, e non a portata di mano. Incredibile la fauna umana che si aggira lì intorno, dedita a traffici non chiari. E che mi osserva. Recupero il ragazzo e gli comunico che non se ne parla più. Cambi l'insegnante di ripetizione perchè se mai dovessi in altra circostanza ritardare il mio arrivo non lo vorrei da solo in strada. E così è stato fatto.
2019-02-11 22:30:29
e sono fortunati visto che erano immobili Ater ed hanno usufruito di proposta di acquisto vantaggiosa...oggi con 80 mila euro, in certe zona di Padova (anche prima Arcella), compri un garage.
2019-02-11 20:42:23
C'è un dj che al mattino su radio Padova sbraita con voce simil Platinette che gli immigrati ci hanno arricchito. Probabilmente non abita in quel Palazzo.
2019-02-12 10:08:32
probabilmente non abita in Italia