Traffico di droga: 9 arresti. I soldi della banda reinvestiti in bitcoin

PER APPROFONDIRE: droga, padova, traffico, treviso, vicenza
Traffico di droga: 9 arresti. I soldi  della banda reinvestiti in bitcoin
PADOVA - Dalle prime ore dell’alba è in corso una vasta operazione antidroga della Polizia di Stato di Padova che sta eseguendo numerose ordinanze di custodia cautelare in carcere a conclusione di un’articolata indagine a carico di soggetti italiani ritenuti responsabili di un vasto traffico di sostanze stupefacenti di diversa natura tutte connotate da un elevatissimo principio attivo. 

Nel corso dell’attività investigativa della Squadra Mobile di Padova, unitamente a personale del Servizio Centrale Operativo, del Servizio Centrale di Polizia scientifica e delle Squadre Mobili di Torino, Milano, Vicenza e Treviso, che ha già portato all’arresto di nove persone sorprese in possesso di ingenti quantitativi di droga, sono stati sequestrati complessivamente 100 chilogrammi di sostanza stupefacente e 205.000 euro in contanti.

L’indagine, supportata da accertamenti tecnici e condotta con l’ausilio di agenti under cover ha, inoltre, consentito di accertare che due soggetti facenti parte del sodalizio criminale, reinvestivano in moneta virtuale “bitcoin” i proventi della vendita di droga.

GLI ARRESTI A PADOVA
La Squadra Mobile di Padova, unitamente a personale del servizio Centrale Operativo e del Servizio Centrale di Polizia Scientifica ha dato esecuzione, all’alba di oggi, a 8 ordinanze cautelari (5 ordinanze di custodia cautelare in carcere, 2 ordinanze di arresti domiciliari e 1 obbligo di presentazione alla p.g.) nei confronti di soggetti appartenenti ad un sodalizio criminale dedito allo spaccio di stupefacente.

LE PERQUISIZIONI A VICENZA E TREVISO
Sempre nella mattinata odierna, nell’ ambito della stessa attività di indagine e con il concorso di personale delle Squadre Mobili di Torino, Milano, Vicenza e Treviso, sono stati eseguiti 16 decreti di perquisizione personale e locale, eseguiti nei confronti di altrettanti soggetti, correlati ai destinatari delle misure.

L'INDAGINE CON AGENTI SOTTO COPERTURA E LA BASE A PADOVA
I provvedimenti scaturiscono da un’attività investigativa della Squadra Mobile di Padova, iniziata verso la metà del 2017 che, sulla scorta di un’ indagine condotta anche con l’ausilio di agenti under cover, permetteva di individuare un sodalizio criminale, composto da soggetti italiani, che, all’interno di un’abitazione presa in affitto a Padova, gestiva un fiorente spaccio di sostanze stupefacenti dall’elevatissimo principio attivo.

L’odierna attività, ancora in corso di approfondimento, ha consentito di eseguire tutte le misure cautelari disposte dal G.I.P ( 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere, 2 arresti domiciliari ed una sottoposizione ad obbligo di firma) e di arrestare, in flagranza di reato, 5 soggetti sorpresi in possesso di ingenti quantitativi di stupefacente. Sono stati inoltre sottoposti a sequestro 20kg circa di sostanza stupefacente (di tipo hashish e marjuana) e denaro contante pari a 5000 euro e moneta virtuale (Bitcoin) per la quale sono in corso accertamenti finalizzati ad accertarne il quantitativo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 9 Ottobre 2018, 08:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Traffico di droga: 9 arresti. I soldi della banda reinvestiti in bitcoin
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2018-10-09 12:15:02
Pericolossisimi spaccini di marijuana. Aiutoooo, la temibile marijuana! Grazie Stato che ci proteggi da questo cancro incurabile e che distrugge le vite di adulti che se ne sparano 1/2 la sera per guardarsi Matrix!
2018-10-09 12:50:19
Sono i più pericolosi perchè incoscienti del loro operato, ciò non toglie che i grossi vanno "soppressi".
2018-10-09 14:34:53
magari basterebbe un bel libro da leggere la sera e non servirebbe la marijuana per affrontare i tremendi programmi televisivi.
2018-10-09 19:58:43
Il fatto è che quella skifezza non'e' marijuana...vi state fumando il concime e altre skifezze che vengono aggiunte per aumentare la velocità di crescita e poi se non sballa abbastanza a bagnomaria nell' ammoniaca..che tanto I pischelli sanno niente di ste cose...dovreste ringraziare le Forze dell' Ordine..che vi levano sta schifezza (dall' odore insopportabile simile al Letame..al fieno quando va a male...)e vi salva i neuroni...la mettono prima di essicarla a bagnomaria in skifezze chimiche varie per aumentarne lo sballo..roba tipo ammoniaca...e voi ve la fumate...
2018-10-09 11:53:30
Spacciavano per reinvestire in bitcoin...allora è proprio vero che ogni minuto ne nasce uno...