Svastiche e insulti: auto rigata e famiglia minacciata con scritte razziste

Svastiche e insulti: auto rigata e famiglia minacciata con scritte razziste
PADOVA - Una famiglia, madre e due figli, da quattro mesi vive nel terrore. Insulti di stampo razzista e auto distrutte: carrozzerie rigate con svastiche e scritte come viva il Duce, gomme bucate e tergicristalli staccati. A raccontare l'incubo è uno dei due fratelli, Andrei Mocu di 22 anni. Lui, insieme al suo gemello e alla mamma, dalla metà di febbraio si sono trasferiti in un appartamento al secondo piano in via Venezia a Pionca di Vigonza. La madre, romena, lavora a Padova per l'Azienda ospedaliera, il fratello ha un impiego a Limena, mentre Andrei ha appena terminato di fare il barista anche lui in città. «Tutto è iniziato - ha ricordato - appena la proprietaria di casa, che abita sotto di noi, ci ha comunicato che non potevamo parcheggiare le auto nel cortile del condominio e neppure nelle immediate vicinanze. Così abbiamo iniziato a posteggiare le macchine in una vietta pubblica, vicina a un altro palazzo». Questo ha dato fastidio ad altri residenti della zona e sono scattate le prime dispute per i parcheggi. Ma ben presto la situazione è degenerata e i due fratelli sono stati oggetto di attacchi vandalici e di stampo xenofobo.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 18 Giugno 2017, 05:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Svastiche e insulti: auto rigata e famiglia minacciata con scritte razziste
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-06-18 21:20:07
Se sono brave persone che lavorano non capisco questi comportamenti. Purtroppo alcuni dell'est pagano per tutti i loro connazionali delinquenti che si sono riversati da noi