«Ti accompagno io in taxi a casa»: ex calciatore la stupra dopo il party

«Ti accompagno io in taxi a casa»  Ex calciatore la stupra dopo il party

di Marina Lucchin

PADOVA - Ha conosciuto una ragazza a una festa, poi l'ha convinta d entrare nella casa dove era ospite e l'ha violentata. La Squadra mobile ha rintracciato ieri, dopo due mesi dal presunto stupro, Quham Babatunde, 27 anni, ex promessa del calcio, che aveva militato anche nel Monselice e nella nazionale nigeriana under 20 nel 2009. Lo straniero è stato trovato nell'appartamento di alcuni amici a Mezzavia, lo stesso dove in gennaio avrebbe abusato della 22enne, che il giorno dopo si era presentata in questura per sporgere denuncia. Sul capo dello straniero pendeva un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice che ha ritenuto attendibile la versione della vittima, ricca di particolari che incastrerebbero il nigeriano.

IL FATTO
La ragazza si è presentata in lacrime in questura per sporgere denuncia il giorno dopo la violenza. Si tratta di una studentessa 22enne, italiana di origine nigeriana. La giovane, il 21 gennaio scorso, era andata con alcuni amici a una festa in un locale di via Bernina e qui ha conosciuto Quham Babatunde. Una chiacchiera tira l'altra e tra i due ragazzi era scattata una certa confidenza tanto che, una volta conclusa la serata di festa, l'ex calciatore le aveva proposto di approfittare di un passaggio sul taxi che avrebbe preso lui per tornare al suo alloggio, assicurandole che avrebbero prima fatto tappa a casa sua. La giovane, vista l'ora, la stanchezza e l'opportunità di rientrare in taxi in tutta sicurezza aveva accettato l'offerta. Il taxi, però, portò entrambi direttamente all'indirizzo dove era ospite il 27enne, in via Mezzavia a Mezzavia...

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 27 Aprile 2018, 09:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Ti accompagno io in taxi a casa»: ex calciatore la stupra dopo il party
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2018-04-28 07:48:00
Rapporti fra nigeriani. E noi cosa centriamo?
2018-04-27 19:01:32
......ma tutti questi nigeriani a casa nostra...? ..la Nigeria e' il paese piu' ricco dell'africa,....hanno innondato le campagne con prostitute e le citta' con pusher/stupratori...ma ne abbiamo veramente bisogno....?
2018-05-02 13:31:07
Si, pare che ne abbiamo proprio bisogno. Senza clientela l'impresa fallisce. Quindi, che ti piaccia o no, i loro "servizi" colmano un nostro bisogno
2018-04-27 18:20:39
..ma se sono abituati così, cosa ci volete fare: chi dovrebbe mangiare le proprie vittime, chi sezionarle e gettarle nel wc, chi stuprarle....ma son ragazzi, ci vorranno decenni (noto sociologo) che apprendano i nostri costumi..io personalmente mi attrezzo mettendo da parte la comprensione e perdono, si sta prima....
2018-04-27 18:12:15
non so..io lo chiamerei "concorso di colpa"- taxi, erano in tre, la ragazza quando si e' resa conto che non l'aveva portata nel suo alloggio,ma bensi' in quello del calciatore, poteva benissimo rifiutarsi di scendere e dire al tassista di portarla all'indirizzo di casa sua, cosa pensava ad una partita di briscola e buonanotte? lui ha sbagliato non ci piove, ma lei si e' fatta vedere un po' da "terreno fertile"