Critiche social dello chef Rugiati: disposto il sequestro del video

PER APPROFONDIRE: chef, padova, simone rugiati, stecca, sushi
Simone Rugiati

di Lino Lava

PADOVA - «Sono intollerante al liquido di conservazione del granchio in scatola. Ho preso un piatto di astice e ho sentito che dentro c’era quel liquido. Sono così incazzato che vi faccio vedere dove sono a cena. Se questa è la ristorazione italiana, mi vergogno». Il video di Simone Rugiati, trasmesso in diretta su Facebook la sera del 24 agosto, è stato visto in poche ore da 270 mila persone.

Ora non potrà più rivederlo nessuno. Il filmato è stato sequestrato dal giudice delle indagini preliminari Mariella Fino e adesso dovrà essere visionato solo dal pubblico ministero Federica Baccaglini, che ha aperto un procedimento nei confronti del giovane cuoco, noto su Canale 5, Gambero Rosso Chanel e Raidue. Rugiati è iscritto nel registro degli indagati con l’ipotesi d’accusa di diffamazione nei confronti dei titolari della pizzeria Stecca, dove ha sede il locale “Sushi su”. «Il video è stato sequestrato e nessuno potrà più vederlo. Il pubblico ministero Baccaglini valuterà la gravità della diffamazione del cuoco nei confronti dei miei clienti», afferma l’avvocato Massimo Munari, legale di titolari, Massimiliano Liggieri e Michela Stecca. Nell’ordinanza di sequestro il giudice Fino afferma che non è stato espresso il diritto di critica. Ma il filmato contiene «affermazioni altamente denigratorie (riguardanti non solo la qualità del cibo, ma anche il pericolo di intossicazione) e false; lo stesso Rugiati avrebbe affermato di non aver assaggiato il piatto servitogli; risulta agli atti documentazione inerente l’acquisto di pesce fresco; vi sono dichiarazioni rese dal cuoco e da uno dei clienti che la stessa sera consumava il medesimo piatto commentato negativamente dall’indagato, che per la preparazione era stato usato pesce fresco», si legge nell’ordinanza. Lo stesso gip ritiene «elevata l’offesa del fatto, a danno di persone che esercitano come lavoro l’attività di ristorazione, da parte di una persona di mestiere, nota anche per partecipazioni televisive, circostanza che rende maggiormente credibili le sue affermazioni, e dunque più severa la lesione della reputazione altrui, e che comporta una vastissima diffusione del video diffamante».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 10 Settembre 2017, 11:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Critiche social dello chef Rugiati: disposto il sequestro del video
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2017-09-12 17:33:12
Servire pesce surgelato o in scatola al posto di pesce fresco e' di norma in certi ristoranti. Questa volta si sono trovati a fare con uno chef che se n'intende.
2017-09-11 15:47:32
Dopo aver cenato, gli avranno voluto far pagare il conto.. a Lui, famoso ed autorevole! E non gli è andata giù!
2017-09-11 13:27:44
A me fa impressione che - mentre hanno depenalizzato i reati di ingiuria e danneggiamento, e ( per restare alle notizie di oggi su Padova) irregolari espulsi picchiano gli agenti e sono liberi e le piazze sono invase da birre abusive e droghe - i giornali e la magistratura riempiano pagine e faldoni per quella che a me pare una lite da cortile condominiale. La gente, comuqnue, va da Stecca ( o - come me - non ci va) perchè pensa che ci si stia bene oppure no.
2017-09-11 13:24:09
Sushi i non sushi, c'è un business dietro questi nuovi modi di mangiare. Sono stato al SANA a Bologna: spopola Vegan Ok e Bio 100%. Pure le aziende multinazionali ora si vantano di essere Vegan OK e Bio 100% per non perdere quote di mercato, quando fino a ieri vendevano cibi e cosmetici pieni di ingredienti tossici e pericolosi. A mio avviso, bisognerebbe che le ASL ed il NAS facessero più controlli su questi prodotti miracolosi: controllando l'origine e la presenza che ci siano effettivamente tutti gli ingredienti Bio dichiarati. Buon appetito!
2017-09-11 08:11:22
Non so come si mangi in questo ristorante giapponese e vi dico perché. Molti anni fa abbiamo prenotato e ci siamo andati con amici, circa 6 persone. Siamo stati più di un'ora ad attendere dopo aver ordinato, mentre ci spiegavano come se fossimo idioti che il tempo per il cuoco che aveva studiato in Giappone era quello necessario. Ovviamente siccome eravamo in un ristorante....giapponese, manco un grissino. La gente dopo una giornata di lavoro aveva fame, non so in Giappone come funzioni e se il cuoco avesse studiato questo particolare. Resistiamo dicono ancora pochi minuti. Arriva la allora sindachessa Destro con una vasta corte vengono omaggiati e sistemati accanto al nostro tavolo di disperati comuni mortali. Dopo 2 minuti a quel tavolo comincia ad arrivare di tutto e di più. A quel punto ci siamo alzati, siamo andati via e mai più tornati.