Coniugi imbavagliati, legati e rapinati in casa: presi i tre banditi

PER APPROFONDIRE: anziani, arresto, banditi, coniugi, masi padova, rapina
Coniugi imbavagliati, legati e rapinati in casa: presi i tre banditi
ESTE  - I carabinieri di Este (Padova) hanno arrestato tre immigrati marocchini ritenuti responsabili della rapina, il 9 febbraio scorso, ai danni di una coppia di anziani della bassa padovana. Gli indagati sono stati raggiunti da un ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla magistratura euganea sulla base delle indagini svolte dai militari che hanno accertato il coinvolgimento dei tre extracomunitari nella rapina a Masi (Padova) dove fu sequestrata e rapinata la coppia di ultra ottantenni all'interno della loro abitazione.

Secondo i carabinieri, coordinati dalla procura di Rovigo, i tre cercavano i fucili da caccia nascosti in casa dall'anziano proprietario. A dare loro questa informazione sarebbe stato un basista del posto che i militari stanno ancora cercando. Non trovando le armi, hanno ripiegato sui gioielli. Uno dei tre è stato arrestato pochi giorni dopo la rapina in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Mantova. Perquisito in carcere, aveva con sé una delle collane rubate rubata Masi. I carabinieri così sono riusciti a ricostruire le frequentazioni dell'arrestato e a risalire ai complici. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 17 Luglio 2017, 09:52






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Coniugi imbavagliati, legati e rapinati in casa: presi i tre banditi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2017-07-18 10:05:49
Alessandra Moretti potrebbe fornire loro un lavoro, magari come giardinieri, così costoro non dovrebbero più rubare "illegalmente"! ah,ah!
2017-07-17 17:41:29
Bandito e' un termine un po' fuori moda. Per altro ci si chiede perche' chi accolto in Italia "ringrazia" commettendo reati NON venga immediatamente bandito dal paese. Il paradosso ridicolo del nostro sistema e' che il delinquente abituale ("gia' noto alle cronache") di fatto acquisisce un visto di soggiorno ventennale perche' poi DEVE restare in italia fino almeno al terzo grado di giudizio. Sperando poi in una condanna dell'italia stessa per averci messo cosi' tanto tempo. italia. europa.
2017-07-17 16:25:40
Ci dovrebbe essere il raddoppio della pena per chi compie reati contro anziani e portatori di handicap
2017-07-17 15:58:59
Ma che bello. Questi cittadini marocchini domandandosi cosa fare nella vita, si sono risposti che fosse quella di andare in Italia. Ma non con la nave. nammeno con l'aereo. Bensì adoperando un barcone confondendosi con algerini, egiziani, nigeriani, gambiani e musica maestro. Perche'? Perche' in ogni parte del mondo si era sparsa la voce che i governanti italiani targati PD avrebbero offerto per tutti coloro che fossero arrivati con qualsiasi mezzo sulle coste medidionali della penisola di essere accolti con tronbe, fanfare e tamburi. Dopodiche sarebbero stati scortati da forze dell'ordine pagate dagli italiani fino a destinazione che nella maggior parte dei casi è la disponibilita' di hotel, ostelli, residence, BB, caserme, scuole eccetera. Quivi sarebbero stati mantenuti con cellulari di ultima generazione, cuffioette stereo, sigarette, schede telefoniche e soprattutto cibo mediterraneo ed alloggio e pure donne di servizio per la pulizia. E quindi costoro sono venuti qui, Chiamateli fessi.
2017-07-17 14:47:17
io non so chi si nasconde dietro il pseudonimo Eise Francia, ma quello che appare avidente è che lei non si limita a fare commenti, che possono essere condivisibili o meno, ma solo una costante provocazione fine a se stessa !!! Comunque tornando all'articolo, desidero esprimere tutto il mio apprezzamento per i Carabinieri e per l'opera quotidiana che svolgono.