Mercoledì 8 Agosto 2018, 17:37

La grande retata, il questore Fassari: «Restituiamo la città ai padovani» /Foto /Video

PER APPROFONDIRE: padova, paolo fassari, polizia, questore
L'operazione e il questore Paolo Fassari

di Marina Lucchin

PADOVA - «Voglio riconsegnare la città ai padovani, voglio che la gente si possa ri-appropriare degli spazo». È questo il senso del blitz di martedì pomeriggio ai giardini dell’Arena e a piazzetta Gasparotto per il questore Paolo Fassari. Questore, quella dell’altro giorno è stata un’operazione che non si vede tutti i giorni. Come mai questo dispiegamento di forze?

 



 «Credo che Padova sia una città tendenzialmente portata al rispetto delle regole. Di certo, però, quando si creano zone in cui la vivibilità è pregiudicata, non esito a far intervenire le forze dell’ordine. È quello che ci chiedono i cittadini. Il nostro lavoro è intercettare i loro bisogni. Inoltre anche le indicazioni ministeriali vanno in questo senso, ovvero incentivare il controllo dell’immigrazione irregolare e di avviare l’avvio verso la frontiera o i centri per il rimpatrio i clandestini».
 
 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La grande retata, il questore Fassari: «Restituiamo la città ai padovani» /Foto /Video
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-08-10 11:01:16
speriamo per sempre e non per un giorno solo come il vissuto ci insegna.
2018-08-10 09:55:46
cosa cambierà?? niente, tnto sappiamo bene che questa brava gentaglia se ne ritornera libera il giorno dopo, cosa già vista parecchie volte.boh
2018-08-09 15:22:39
Se può essere di aiuto offro la mia candidatura per provare a ripulire la città. GRATIS
2018-08-09 13:59:36
e adesso?? TRa qualche giorno queste risorse indispensabili per il Paese saranno di nuovo al loro posto. Azioni di facciata. Ci voglio leggi estreme ..per problemi estremi.
2018-08-09 11:58:46
Sono iniziative che non servono a niente, se gli "spazzolati" non vengono caricati su una nave e sbarcati in Africa (o Romania, o Sud America, o dove vuoi). Serve il pugno di ferro, occorre togliere ogni singolo clandestino e ogni singolo regolare ma senza lavoro o con precedenti. Allora si che si riconsegnerà il Paese agli Italiani. Tutto il resto è semplice spostamento del problema, stessa cosa che si fa con i ROM.