Mercoledì 11 Luglio 2018, 12:20

Schianto contromano in tangenziale, muore dopo dieci giorni di agonia

Schianto contromano in tangenziale,  muore dopo dieci giorni di agonia

di Marina Lucchin

PADOVA - «Raggiungo la mia Antonella». È spirato dopo dieci giorni di agonia, con il pensiero rivolto alla sua unica figlia, morta anni fa dopo una lunga malattia, Angelo Gallocchio, il 90 enne che intorno alle 15 del 29 giugno imboccò contromano la tangenziale mentre era in auto con la moglie Rosina, 81 anni. La sua Ford Fiesta blu si è schiantata contro la Hyundai Tucson dell'adriese 41enne Alberto Amà. L'anziano, confuso forse dal caldo e accecato dal sole, era entrato in corso Australia dall'Uscita 7, quella che lo congiunge con via Armistizio: aveva percorso oltre un chilometro prima di causare il frontale. Un testimone aveva allertato la polizia stradale dopo averlo incrociato qualche secondo prima dell'incidente. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Schianto contromano in tangenziale, muore dopo dieci giorni di agonia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-07-11 19:10:24
Un 90enne alla guida è peggiore di un 20enne con 0,8 di alcool, ma i burocrati sono ignoranti e non capiscono nulla...
2018-07-11 17:24:47
Giunti ad una certa età, dovrebbero valutare BENE il rinnovo della patente. In questo caso ho forti dubbi che le valutazioni sui requisiti del Signore siano state fatte con oculatezza.
2018-07-11 12:26:00
Come proposte da altre persone che scrivono qui, serve assolutamente la prova pratica di guida per gli anziani e non solo la visita oculistica. Da valutare se indagare sul medico che gli ha rinnovato la patente...
2018-07-11 12:59:10
gli appartenente alle caste non si fanno le scarpe fra loro
2018-07-11 13:03:29
resta il fatto che in percentuale sono di piu' i giovani tra 18 e 26 anni a provocare e restare vittima di incidente stradale