Troppi spacciatori e pregiudicati fra i clienti: l'African Soul chiuso per un mese

Troppi spacciatori e pregiudicati fra i clienti: l'African Soul chiuso per un mese
PADOVA - Il questore chiude per 30 giorni il “Restaurant Africa Soul”: a marzo 2008 e ad ottobre 2014 il locale  era stato già chiuso per 15 giorni per problemi di sicurezza e ordine pubblico, ma ieri pomeriggio il questore Paolo Fassari ha assunto una linea dura: 30 giorni di licenza sospesa per l'Africa Soul, noto locale gestito da un nigeriano sotto il Calvalcavia Borgomagno. Il locale è ormai da tempo un ritrovo per spacciatori e pregiudicati, spesso anche violenti, la cui presenza crea gravi turbamenti per l’ordine e la sicurezza pubblica per gli abitanti dell’intero quartiere cittadino e per chi attraversa la Stazione ferroviaria.

La chiusura temporanea è scattata dopo che le pattuglie della Sezione Volanti, nel corso di un ennesimo controllo  domenica scorsa, hanno arrestato una pusher nigeriana che nascondeva oltre un etto di droga nel reggiseno e sequestrato diverse dosi di sostanza stupefacente abbandonate sul pavimento. A ulteriore conferma che il locale di via Frà Eremitano continua ad essere abitualmente frequentato da avventori pregiudicati ecco gli esiti degli altri due controlli effettuati dagli agenti di polizia i due giorni immediatamente successivi all’arresto, durante i quali hanno identificato numerosi clienti con precedenti a carico.

++ Particolari sul Gazzettino dell'8 Dicembre ++ 




A partire da ieri pomeriggio il locale rimarrà chiuso per 30 giorni.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 7 Dicembre 2017, 16:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Troppi spacciatori e pregiudicati fra i clienti: l'African Soul chiuso per un mese
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-12-08 18:06:04
Questa gente ha dei sostenitori che (tipo tafazi) affermano che questi portino ad una società multiculturale e multietnica da aiutare e sostenere, mentre la loro diverstità dalla nostra cultura è tutta nel vivere sopra (o sotto) le leggi dei paesi in cui si insediano e approffitare pesantemente delle relative lacune legislative in tema di immigrazione. Vivono solo border line e neanche cercano di nascondersi e non ne vogliono sapere di quello che siamo noi. Ma sembra che l'evidenza non sia sufficiente a confutare la protervia con la quale certi soloni tuttologi social-progressisti ad oltranza de noantri portano avanti questa crociata al contrario. E allora, braghe calate .. tra un mese grande festa: tutto come prima.
2017-12-08 08:20:12
Chiudere PER SEMPRE non per un solo mese e rispedirli a casa loro
2017-12-08 07:04:46
Tutto questo grazie ai governi di destra che per anni vi hanno governato assieme all'altra destra della lega e hanno fatto esclusivamente i loro interessi, in particolar modo quelli di uno e la bossi-fini...hahahahahahaahahah e questi sono i bei risultati...hahahahahahaahahaha. ciao enrico..ciao.
2017-12-11 17:06:20
...ma che dici! Salvini dice tutto il contrario!!! E di lui, CI SI PUO' FIDARE NO!?!?!?
2017-12-08 06:32:00
Tra una consegna e l'altra ( ai clienti nostrani che li pagano volentieri e li ritengono loro benefattori)dovranno pur rifocillarsi.Meglio concentrati li' che nei bar e osterie che servono i comuni cittadini che non si drogano e non cercano amori esotici..e non vogliono beccarsi qualche infezione legata al ciclo orofecale degli agenti infettivi. Non oso pensare agli esiti filmati di una ispezione di grand Chef ai locali cucina e frighi.